Home / SPORT / Lecco-Sondalo si tinge di giallo

Lecco-Sondalo si tinge di giallo

RUGBY LECCO – RUGBY SONDALO 22-20 (p.t. 17-10 )
SONDALO: Zucchelli, Cecini, Manzolini, Gobbi Frattini, Emanuele Cossi, Manca, Caspani, Di Corleto, Rossi, Bormolini, Della Bosca, Corcoglioniti, Settineri, Soppelsa, Cenini. (16. Sinclair, 17. Dal Pozzo). Allenatore: Jack Tonola
MARCATORI: 1’ m. tr. Lecco, 20’ c.p. Di Corleto, 26’ m.tr. Lecco, 31’ c.p. Lecco, 36’ m. Manzolini tr. Di Corleto, 45’ m. Lecco, 60’ m. Rossi, 65’ m. Gobbi Frattini.

Si tinge di giallo la sfida Lecco-Sondalo. A spiegare il “mistero” è il dirigente Pietro Pini: “Terminata la gara, durante la quale, come sempre, mi appunto tutte le marcature, ho chiesto conferma del risultato finale di parità 22-22 all’arbitro che però mi ha riferito che dal suo cartellino il risultato era 22-20 per il Lecco, non avendo messo a referto la trasformazione della meta di Rossi da parte di Di Corleto nel secondo tempo. Sul campo era chiaro a tutti che la trasformazione fosse entrata tra i pali e ne ho avuto conferma prima dai due segnalinee che hanno alzato la bandierina, poi dai giocatori e dai dirigenti del Lecco a fine gara. L’arbitro però non ha voluto modificare il suo referto per cui adesso non ci resta che inoltrare reclamo e attendere gli esiti. E’ proprio un inizio di campionato stregato in tutti i sensi. Anche oggi come domenica scorsa pronti via e subito meta per gli avversari come in un “deja vu” cinematografico. Poi però siamo stati bravi a non naufragare e nel secondo tempo abbiamo anche sfiorato la vittoria con due calci di punizione finiti fuori di poco. Poi la sorpresa finale e altro amaro in bocca”.

I valtellinesi che in settimana avevano provato a chiedere l’inversione di campo, consapevoli che il ritorno il 12 gennaio sul campo di Sondalo era praticamente impossibile, ricevendo risposta negativa, sono andati sotto già al primo minuto di gioco, poi hanno subito un’altra meta su intercetto e un calcio di punizione, riuscendo a controbattere solo con un calcio piazzato di Di Corleto. Sul parziale di 17-3 Bormolini e compagni hanno cominciato a dare segni di poter cambiare l’inerzia della partita sfruttando il dominio in mischia. L’impennata d’orgoglio fruttava la meta di Manzolini poco prima della fine del primo tempo e la trasformazione di Di Corleto permetteva ai sondalini di portarsi a distanza di break. Nella ripresa il Lecco sorprendeva ancora la difesa ospite con un’altra meta al 5’, poi però i valtellinesi prendevano in mano la situazione e riuscivano ad agguantare il “pareggio” quando ancora mancavano quindici minuti alla fine. Sfruttando la supremazia in mischia riuscivano ad ottenere due calci di punizione da distanza ragguardevole ma non impossibili, però le due bordate di Di Corleto terminavano fuori di poco. Al triplice fischio nessuna delle due squadre esultava per un pareggio che scontentava sia la capolista per la rimonta subita, sia gli ospiti per le occasioni fallite nel finale. Comunque ora non resta che aspettare l’esito del ricorso e il comunicato del Giudice Sportivo per risolvere il giallo dei due punti mancanti.

Prossimo incontro: domenica 24 novembre a Seregno ore 14.30: Seregno – Sondalo

——————————————————————————————————————————————————–

Check Also

“La Sgambeda” è anche “mini” a Livigno. Sci di fondo in notturna e giovani a raccolta

“Minisgambeda” e “Sgambeda” sabato 30 novembre a Livigno APT Livigno forgia campioni, ma l’intento è …