Home / NEWS / varie / Livigno, Limitazione circolazione camion e rumori 2019

Livigno, Limitazione circolazione camion e rumori 2019

ORDINANZA N. 30 del 27/05/2019
OGGETTO: REGOLAMENTAZIONE DELLA CIRCOLAZIONE DI DETERMINATE
CATEGORIE DI VEICOLI E LIMITAZIONE DELLE ATTIVITÀ
RUMOROSE DURANTE IL PERIODO ESTIVO 2019.

I L S I N D A C O
Considerato che tutti gli anni, durante la stagione estiva, specialmente nelle giornate di sabato e domenica
dei mesi di luglio, agosto e settembre, la località turistica di Livigno (SO) è interessata da un notevole
afflusso di veicoli e di persone che vi trascorrono le vacanze o che vi si recano in giornata per
effettuare acquisti, per cui la circolazione stradale nel territorio comunale risulta estremamente
difficoltosa per la formazione di code ed intasamenti;
Che nel medesimo periodo si riscontra un grosso movimento di autocarri e veicoli adibiti al trasporto di
merci impegnati nel settore edilizio, trasporto inerti, consegne di merce, ecc. per cui la circolazione
veicolare, già congestionata dal normale traffico veicolare viene resa ancora più difficoltosa da tali
veicoli, che si fermano o intralciano la circolazione per effettuare le proprie incombenze.
Che, oltretutto, la presenza di autocarri rende difficoltoso anche il normale passeggio da parte dei pedoni,
considerate anche le emissioni inquinanti dei medesimi veicoli.
Visto il Disciplinare per il rilascio di autorizzazioni al transito e/o sosta per i veicoli nella Zona a Traffico
Limitato, approvato con Delibera Giunta Comunale nr. 171 del 14 novembre 2018 ed aggiornato con
Delibera della Giunta Comunale nr. 39 del 03 aprile 2019, con riferimento particolare all’art. 7/A,
relativo all’ingresso e transito dei veicoli adibiti a trasporto merci;
Vista l’Ordinanza del Responsabile del Servizio Sicurezza nr. 6/2019 del 24 gennaio 2019, inerente
“Modifiche della disciplina concernente la circolazione nella Zona a Traffico Limitato, a seguito
dell’istituzione del nuovo sistema di controllo degli accessi, ai sensi dell’art. 17, comma 133 Bis, della
Legge 127 del 15 Maggio 1997. Attivazione rilevamento elettronico dell’accesso alla Z.T.L.”;
Considerato che, in previsione dell’imminente stagione estiva, si rende ancora necessario, al fine di ridurre
il più possibile i disagi per l’utenza turistica soggiornante e circolante nel centro cittadino, dovuti alla
continua circolazione di autocarri, pale gommate, autobetoniere di imprese edili e di movimento terra
operanti in cantieri ubicati all’interno della suddetta Zona a Traffico Limitato, regolamentare in senso
più restrittivo la circolazione di tali veicoli, riducendola a determinate ore della giornata;
Che altresì si rende necessario, al fine di tutelare la quiete di coloro che scelgono Livigno (SO) quale sede di
vacanza e relax, limitare in determinate fasce orarie l’uso di mezzi meccanici (compressori edili,
martelli pneumatici, macchine operatrici ecc.) ubicati nei vari cantieri di Livigno

Considerato che la pubblicazione del presente atto sostituisce la comunicazione di avvio del procedimento
agli interessati, per il fatto che lo stesso è rivolto ad una generalità delle persone;
Sentito il parere della Giunta Comunale e del Comandante la Polizia Locale;
Visti: l’art. 50 del D. L.vo 267/2000 (Testo Unico delle Autonomie Locali), il vigente Statuto Comunale, ed
il D. L.vo 285/92 (Nuovo Codice della Strada):

O R D I N A
Per i motivi in premessa esposti, su tutto il territorio comunale:
1. nei giorni di sabato: 06 – 13 – 20 – 27 luglio 2019; 03 – 10 – 17 – 24 – 31 agosto 2019 e 07
settembre 2019, dalla ore 00.00 alle ore 24.00 è vietato:
 la circolazione dei veicoli con massa totale superiore a 3.5 t. di imprese edili ed artigiane
(autobetoniere, autocarri con massa superiore a 3,5 t., macchine operatrici e per movimento
terra, pale meccaniche e rulli compressori) e dei fornitori di materiali edili, idraulici, di
falegnameria, parti meccaniche e quant’altro non compreso nella semplice fornitura di merci
destinate ad esercizi commerciali, alberghi e pubblici esercizi per la loro esclusiva conduzione,
ad esclusione dei veicoli per la fornitura – trasporto di materiale edile, ai cantieri di interesse
pubblico;
 all’interno del centro abitato, l’uso di apparati e mezzi meccanici rumorosi in cantiere
(compressori, martelli pneumatici, macchine operatrici per lavori di scavi – movimentazione
terra e similari, ecc….), ad esclusione delle aree dove sono ubicate le attività (silos), per la
produzione di materiale edile;
2. dal giorno sabato 10 agosto 2019 al giorno sabato 24 agosto 2019, all’interno della
delimitazione della Zona a Traffico Limitato, è vietata la circolazione delle seguenti categorie
di veicoli:
 autocarri con massa totale superiore a 3.5 t. di imprese edili ed artigiane e dei fornitori di
materiali edili, idraulici, di falegnameria, parti meccaniche e quant’altro non compreso nella
semplice fornitura di merci destinate ad esercizi commerciali, alberghi e pubblici esercizi per la
loro esclusiva conduzione;
 autobetoniere, autocarri ad uso speciale con massa totale superiore a 3.5 t., macchine operatrici
e per movimento terra, pale meccaniche, rulli compressori;
3. dal giorno sabato 10 agosto 2019 al giorno sabato 24 agosto 2019, su tutto il territorio
comunale, è vietato:
 la circolazione dei veicoli o di complessi di veicoli adibiti al trasporto di merci aventi
massa massima superiore a 3.5 t. dalle ore 00.00 alle ore 24.00 di tutti i giorni feriali, con
esclusione della fascia oraria dalle ore 07.00 alle ore 10.30 e dalle ore 18.30 alle ore 20.00;
 la circolazione dei veicoli con massa totale superiore a 3.5 t. dalle ore 00.00 alle ore 24.00,
di imprese edili ed artigiane (autobetoniere, autocarri con massa superiore a 3,5 t., macchine
operatrici e per movimento terra, pale meccaniche e rulli compressori) e dei fornitori di
materiali edili, idraulici, di falegnameria, parti meccaniche e quant’altro non compreso nella
semplice fornitura di merci destinate ad esercizi commerciali, alberghi e pubblici esercizi per la
loro esclusiva conduzione, ad esclusione dei veicoli per la fornitura – trasporto di materiale
edile, ai cantieri di interesse pubblico;
4. dal giorno lunedì 08 luglio 2019 al giorno venerdì 06 settembre 2019, su tutto il territorio
comunale, l’uso di apparati e mezzi meccanici rumorosi in cantiere (compressori, martelli
pneumatici, macchine operatrici per lavori di scavi – movimentazione terra e similari, ecc….) è
ammesso solamente nelle seguenti fasce orarie: dalle ore 09.00 alle ore 12.00 e dalle ore 15.30
alle ore 19.00 nei soli giorni feriali dal Lunedi a Venerdì, Sabato, Domenica e Festivi esclusi.
Per i cantieri stradali che interessano la viabilità pubblica, è ammesso nelle seguenti fasce orarie:
dalle ore 07.30 alle ore 12.00 e dalle ore 13.30 alle ore 19.00, nei soli giorni feriali.

Il divieto di cui ai punti 1) 2) e 3), non trova applicazione per i veicoli di seguito elencati anche se circolano
scarichi:
 Adibiti a pubblico servizio per interventi urgenti e di emergenza o che trasportano materiali ed
attrezzi a tal fine occorrenti (Vigili del Fuoco, Protezione Civile ecc…);
 Adibiti al trasporto di carburante o combustibili liquidi – biomasse o gassosi e biomasse, destinati
alla distribuzione o al consumo;
 Militari, per comprovate necessità di servizio, e delle Forze di Polizia dello Stato e Locale;
 Utilizzati dagli Enti proprietari o concessionari di strade per motivi urgenti di servizio;
 Titolari di appalto di servizio di nettezza urbana e smaltimento rifiuti;
 Giornali, quotidiani e periodici;
 Prodotti per uso medico;
 Per trasporto di attrezzature occorrenti per manifestazioni sportive o folkloristiche, purché provvisti
di apposita autorizzazione preventivamente rilasciata dal Comando Polizia Locale;
 Veicoli adibiti al trasporto di cose per casi di assoluta necessità ed urgenza purché provvisti di
apposita autorizzazione preventivamente rilasciata dal Comando Polizia Locale;
 Veicoli adibiti al trasporto di derrate alimentari, sia deperibili che conservate, nella fascia oraria
dalle ore 08.00 alle ore 12.00.
Per le violazioni ai disposti dei punti 1) 2) e 3) del presente dispositivo, sono applicate le sanzioni previste
dall’Art. 7 del D.L.vo 285/92.- I veicoli sorpresi a circolare e sanzionati dovranno sospendere
immediatamente le operazioni in corso e rientrare immediatamente al proprio luogo di partenza,
l’inottemperanza comporterà l’applicazione, a carico del conducente, dell’art. 650 c.p..
Ferma restando l’applicazione delle più gravi sanzioni penali e/o amministrative previste dalle leggi vigenti
in materia, il mancato rispetto del punto 4), della presente Ordinanza, comporta l’applicazione della sanzione
amministrativa di cui all’art. 7/bis del D.Lgs 18.08.2000 nr. 267, da un minimo di €. 25,00 ad un massimo di
€. 500,00, il trasgressore ed il responsabile in solido, così come individuato dall’art. 6 della Legge 689/81, è
ammesso, per ogni singola violazione accertata, al pagamento in misura ridotta dell’importo di € 150,00
(centocinquanta), sempre che il fatto non costituisca reato già sanzionato da norma di rango superiore, da
effettuarsi entro 60 gg. dalla contestazione immediata, ovvero dalla notificazione della violazione, ai sensi
dell’art. 16 della legge 689/1981;
L’inosservanza dei limiti e divieti, che verranno resi noti a mezzo di idonea segnaletica posta all’ingresso del
centro abitato a cura del L’Ufficio Tecnico Comunale, sezione LL.PP. e G. & M. e sarà sanzionata a norma
del vigente Codice della Strada.
Tutte le Forze di Polizia dello Stato e Locale operanti in loco e deputate all’espletamento dei servizi di
Polizia Stradale ai sensi art. 11 e 12 del vigente Codice della Strada, sono incaricate della esecuzione della
presente e del relativo controllo sulla circolazione stradale.

A V V E R T E
Contro il presente provvedimento può essere proposto:
 Ricorso amministrativo al Prefetto di Sondrio (SO) entro 60 giorni dalla notifica o comunque dalla
piena conoscenza dello stesso, ai sensi del D.P.R. 24 novembre 1971, nr. 1199;
 Ricorso al Tribunale Amministrativo della Regione Lombardia entro 60 giorni dalla notifica o
comunque dalla piena conoscenza dello stesso, ai sensi della L. 6 dicembre 1971, nr. 1034, oppure in
via alternativa, ricorso straordinario al Presidente della Repubblica, entro il termine di 120 giorni
dalla notifica o comunque dalla piena conoscenza del provvedimento medesimo, ai sensi del D.P.R.
24 novembre 1971, nr. 1199.
Il pagamento della sanzione amministrativa di cui al punto 4) della presente Ordinanza, potrà essere
effettuato direttamente nelle mani degli Agenti accertatori o mediante versamento dell’importo dovuto
presso il Comando Polizia Locale di Livigno (SO) in Via Borch nr. 108, oppure tramite versamento C.C.P.
nr. 11415239 intestato al suddetto Ufficio citando gli estremi del verbale, oppure tramite bonifico sulla –
BANCA POPOLARE DI SONDRIO – Agenzia di Livigno (SO) conto corrente 000003000X40 – ABI
05696 CAB 52200 CIN U – IBAN IT08U0569652200000003000X40 – BIC/SWIFT – POSOIT22 intestato
al Comune di Livigno (Sondrio).

In caso di mancato pagamento della somma dovuta entro il termine previsto, si ricorrerà alla riscossione
coattiva di cui all’art. 27 della Legge 24.11.1981 nr. 689.
L’onere di dimostrare l’avvenuto pagamento è totalmente a carico del trasgressore.
Entro 30 gg. dalla data della contestazione o notificazione, gli interessati possono far pervenire scritti
difensivi al Sindaco, quale Autorità competente a riceve il rapporto a norma dell’art. 17 della Legge 689/81,
allegando nel caso documenti e possono chiedere di essere sentiti dalla medesima autorità.
Il Responsabile del Servizio ricevuti gli atti e tenuto conto delle direttive, mediante Ordinanza motivata,
ingiungerà il pagamento della somma da doversi pagare, fino a un massimo di € 500,00, oppure adotterà
provvedimento di archiviazione che dovrà essere trasmesso al Comando accertatore.
L’interessato può prendere visione ed estrarre copia degli atti a fascicolo in orario d’ufficio.
Ai sensi degli artt. 3 comma quarto e 5 comma terzo della Legge 241/90 il responsabile del procedimento è il
Comandante della Polizia Locale di Livigno (SO), Cristoforo Domiziano FRANZINI.
D I S P O N E
Copia della presente sarà inoltrata a: Prefettura di Sondrio, Questura di Sondrio, Stazione Carabinieri
Livigno (SO) – Ufficio Tecnico Comunale – Albo – A.P.T.M., Telemonteneve, Ditte Edili, per quanto di
competenza;
Di dare avviso alla popolazione a mezzo stampa, radio, televisione e con ogni altro mezzo idoneo alla
diffusione della presente ordinanza.
Che il presente provvedimento venga inviato per conoscenza e per quanto di competenza agli Enti ed
Autorità interessate al medesimo, a cura del Comando di Polizia Locale di Livigno (SO).

Dalla Casa Comunale, addì 27 maggio 2019
Il Sindaco
Damiano Bormolini

Check Also

Prossimi corsi formativi

L’Associazione Turismo e Commercio, ti ricorda i due prossimi corsi formativi in programma da non perdere… MARTEDI’ …