Home / SPORT / In archivio la XXX edizione delle Olimpiadi sulla Neve Special Olympics

In archivio la XXX edizione delle Olimpiadi sulla Neve Special Olympics

In archivio anche la: XXX edizione delle Olimpiadi sulla Neve Special Olympic promosse ed organizzate da ASD Handy Sport Livigno – 30 ANNI DI EMOZIONI!.

Gli Atleti speciali sono giunti a Livigno nella giornata di lunedì, con la valle ancora tutta innevata e con una bella giornata di sole che prometteva bene, si sono accreditati presso il Centro Diurno Disabili dove hanno incontrato i volontari che li hanno poi accompagnati presso gli alberghi e poi per tutta la durata dell’evento.

Per l’occasione tutti gli Atleti Speciali hanno ricevuto in omaggio i gadget offerti dagli Sponsor Latteria di Livigno, Creval, VISJam, Cooperativa Consumo, Cioccolato Livigno, come pure la mascotte della XXX edizione “Pallino” realizzato grazie al concorso dello scorso anno che prevedeva l’ideazione della mascotte per la XXX edizione proposta dal CDD/CSE di Nuova Olonio.

Martedì mattina Livigno si è presentata ancora con un cielo colorato di azzurro inteso, con temperature fresche di notte e primaverili di giorno, grazie alle quali la Livigno srl ha potuto approntare piste adatte all’evento grazie anche alle abbondanti nevicate ed alla neve artificiale accumulata precedentemente.

Tutti presso il campo scuola sci Centrale dove si è svolta la prova di slittino con la collaborazione degli alunni della scuola secondaria ad accompagnare gli Atleti Speciali e gli alunni della primaria a fare tifo incessante.

Martedì pomeriggio la sfilata con tutti gli Atleti Speciali ed i loro accompagnatori, con tutti gli alunni dell’ Istituto comprensivo di Livigno e Trepalle con ritrovo in Plaza dal Comun percorrendo la via Plan e la via dala Gesa per giungere in plazal dala Gesa S. Maria dove sono stati accolti dagli alunni della scuola materna e tutti si sono disposti in semicerchio di fronte al palco dove si è tenuta la cerimonia ufficiale di apertura.

La fiaccola ha sfilato nelle mani della Atleta Speciale di Handy Sport Livigno accompagnato dai maestri della scuola sci Centrale e dalgli Atleti Jole Galli, Saverio Zini, Rudy Zini e Maurizio Bormolini.

A fianco del palco si sono disposti tutti gli alunni della scuola primaria dell’Istituto Comprensivo di Livigno e Trepalle per cantare l’Inno ufficiale “Fare Sport è bello …” realizzato con i testi proposti dalle classi quinte di S.Maria, S. Rocco e Trepalle.

L’inno ha aperto la cerimonia di apertura della 30 edizione delle Olimpiadi sulla neve Special Olympics.

La presidente di Handy Sport Livigno Maddalena Mottini ha portato il saluto ufficiale ed ha ringraziato tutti i numerosissimi volontari che hanno reso possibile l’organizzazione ed in particolare gli alunni delle scuole primaria e secondaria di Livigno, nonché i maestri della scuola sci Centrale per la loro abnegazione nella preparazione e conservazione delle piste dove si sono svolte le gare; il Parroco Mons. Giuseppe Longhini ha elogiato gli atleti ed i ragazzi delle scuole per l’impegno che avrebbero profuso nei giorni a seguire dedicando anche un pensiero alla Settimana Santa che iniziava proprio lunedì; il vice-sindaco Remo Galli ha sottolineato il valore dello sport in generale e quello degli Atleti Speciali che ben si sposa con la località che si è aggiudicata il titolo di città Europea dello Sport 2019, l’assessore Romina Galli ha ringraziato Handy Sport Livigno e gli educatori del Centro Diurno Disabili e tutti i volontari che da 30 anni rendono possibile l’evento; il dirigente scolastico Gianmaria Toffi ha portato il saluto rivolgendosi in particolare ai ragazzi ed ai loro insegnanti per l’impegno profuso in particolare per l’inno, rimarcando come le Olimpiadi dovessero essere vissute come esperienza di vita.

Giorgia Giacomelli di Handy Sport ha quindi declamato il giuramento di Special Olympics “Che io possa vincere, ma se non riuscissi, che io possa provare con tutte le mie forze” .

Samuele Barzaghi di Handy Sport ha quindi acceso tripode, attorniato dagli atleti Jole Galli, Saverio Zini, Rudy Zini, Maurizio Bormolini, Sofia Goggia e Federica Brignone, per dare inizio ufficialmente alle Olimpiadi sulle note intonate dal Corpo Musicale di Livigno che ha eseguito l’Inno di Mameli continuando poi ad allietare i convenuti con altri brani gioiosi.

Tutti gli atleti presenti hanno voluto incoraggiare gli Atleti Speciali incitandoli ed incoraggiandoli.

Titti si sono resi disponibili per alcune foto con i gruppi, Sofia Goggia e Federica Brignone hanno anche rilasciato autografi.

Il Gruppo Folcloristico di Livigno ha proposto dei balli con i più giovani ballerini attorniati dai Costumi Caratteristici.

In pomeriggio ritrovo a Plaza Placheda dove sono stati approntati gli stand per l’esposizione dei lavori proposti dai vari gruppi aderenti al tema proposto dal comitato organizzatore denominato “30 anni di Emozioni ”.

Dopo cena tutti a Plaza Placheda per la parte culturale dell’evento “30 anni di Emozioni ” dove tutti hanno potuto conoscere ed ammirare i lavori proposti dai vari centri, novità di quest’anno la presenza del Mago Steve che ha intrattenuto il pubblico per tutta la serata proponendo numeri Speciali.

R.S.D. Opera Don Guanella di Nuova Olonio si è aggiudicata il concorso, al secondo posto il CDD/CSE Opera Don Guanella sempre di Nuova Olonio confermando l’attitudine culturale della bassa Valtellina, al terzo posto si è classificato il CDD di Darfo Boario Terme.

Mercoledì mattina tutti al campo scuola sci Centrale per la prova di discesa con le Ciaspole, una prova dove gli Atleti Speciali sono stati accompagnati dai ragazzi delle scuole per effettuare un percorso in discesa con le racchette da neve, ciaspole o drezole che dir si voglia.

Nel pomeriggio la possibilità di recarsi in quota grazie disponibilità di Carosello 3000, Mottolino e Sitas, alcuni hanno preferito visitare l’esposizione di un secolo di sci proposto dal Mùs presso Aqua Granda, altri hanno visitato il Mùs.

In serata l’evento più atteso da tutti, la serata danzante di gala a Plaza Placheda con l’animazione dei volontari e con le musiche del DJ Lele che hanno trattenuto i numerosissimi ospiti sino alla mezzanotte.

Giovedì mattina la prova di Nordic Walking sulla neve in zona Forcola accompagnati dalla guida alpina Epi Bormolini, le slitte di Giuliano Silvestri hanno trasportato gli Atleti Speciali con difficoltà motorie, per tutti vi è stata anche la possibilità di provare la “Joelette” grazie alla quale anche chi ha difficoltà motorie può godere della montagna.

A seguire tutti a Plaza Placheda dove lo Staff di Tea Borch, ha preparato un invitante menù per tutti i convenuti, serviti dai volontari e dai coscritti degli anni 1965, 1968, 1970, 1974 e 2000 coordinati dall’instancabile Natalia Cusini.

AFFETTATO MISTO DI SALUMI LOCALI – FORMAGGIO LATTERIA LIVIGNO

INSALATA CAPRICCIOSA

PASTA GRATINATA AL FORNO

LONZA IN PORCHETTA

PATATE AL FORNO

FIORDILATTE LATTERIA LIVIGNO

IN SALSA AI FRUTTI DI BOSCO

PULCINO SURPRISE CHOCO ALPI

LEVISSIMA & MONTEPULCIANO D’ABRUZZO

CAFè DAL PIGNATIN

Durante il pranzo il saluto della Presidente Handy Sport Livigno Maddalena Mottini, dell’assessore Romina Galli, del Parroco Mons. Don Giuseppe Longhini, del vice Parroco Don Stefano Ferrari, tutti concordi nell’esaltare l’eccezionale impegno profuso sia dagli Atleti Speciali quanto dai ragazzi dell’Istituto Comprensivo e dai numerosissimi volontari durante tutta la manifestazione ricordando la S. Pasqua imminente.

A seguire la premiazione per tutti gli Atleti Speciali ai quali i Maestri di Sci della Centrale hanno portato un ricordo ed il medaglione speciale della XXX edizione.

Il trofeo offerto dalla Scuola Sci Centrale, in memoria dell’indimenticabile preparatore piste Chicco Silvestri, è stato aggiudicato al gruppo “I Prati di Sondrio”.

Al termine arrivederci alla XXXI edizione e rientro tutti belli abbronzati!

Check Also

20° Stralivigno, ecco i vincitori

Oltre 1200 iscritti alla 20.a edizione della Stralivigno oggi nel “Piccolo Tibet” Lucien Epiney vince …