Home / SPORT / Sondalo figuraccia casalinga contro il Lecco

Sondalo figuraccia casalinga contro il Lecco

SONDALO – LECCO 8-11 (p.t. 3-8)
SONDALO: Guizzardi, Cecini, Manzolini, Rossi, Emanuele Cossi (68’ Fioletti), Gobbi Frattini, Mattia Cossi, Trabucchi (68’ Dal Pozzo), Bormolini, De Giorgio (32’ Di Corleto), Corcoglioniti (61 Cenini), Robustelli Test, Pedranzini, Soppelsa (84’ Sinclair), Zucchelli (41’ Della Bosca) n.e Paganoni.MARCATORI: 7’ c.p. E. Cossi, 15’ m. Lecco, 22’ c.p. Lecco, 54’ c.p. Lecco, 65’ m. Pedranzini.NOTE: Figuraccia casalinga, sia sul piano del gioco che su quello comportamentale, della formazione sondalina che esce dal campo sconfitta da un Lecco volonteroso e nulla più. I padroni di casa ancora privi di una guida fuori dal campo hanno dapprima sottovalutato l’avversario schierando inizialmente una formazione inedita e male assortita, lasciando in panchina alcuni dei suoi giocatori più esperti, poi, una volta iniziata la gara, non ci hanno capito nulla sull’arbitraggio di un direttore di gara molto pignolo ma imparziale che fischiava fallo ad ogni punto di incontro, sia per l’una che per l’altra squadra. Mentre i lariani riuscivano a sfruttare al meglio le decisioni dell’arbitro guadagnando ogni volta 10 metri in più per l’indisciplina dei sondalini, Bormolini e compagni inanellavano una serie di “orrori” da ultimi della classe: non si allontanavano subito a 10 metri dal punto e subivano continue penalizzazioni; si intestardivano nel cercare punti di incontro pur sapendo che ne sarebbero usciti con un calcio contro; in 80 minuti non hanno mai aperto un pallone per i trequarti; non hanno saputo applicare un piano “B”, perché non lo avevano; sbagliavano clamorosamente due mete già fatte: una per dabbenaggine perché una volta entrati in area di meta la palla la si schiaccia terra e non si cercano complicazioni; l’altra per aver mancato il più classico dei “due contro uno” con passaggi scellerati a una mano anziché con entrambe le mani. In tutto questo caos, perché di rugby oggi sul campo di Sondalo se ne è visto ben poco, il Lecco è stato bravo a sfruttare le occasioni che si è creato, pur sbagliando un altro paio di calci piazzati da posizione favorevole, mentre il Sondalo non ha mai saputo prendere in mano le redini del gioco. Pessima figura per tutti sul piano del gioco, ma una nota di biasimo ulteriore per quei giocatori che alla fine se la sono presa con il direttore di gara, il quale, implacabile, ha annotato tutto ed è molto probabile che la prossima settimana sia in arrivo un verdetto molto pesante da parte del Giudice Sportivo.
Prossimo incontro: domenica 31 marzo a Seregno ore 15.30: Seregno – Sondalo

Check Also

Il giapponese Ruy Ueda e la spagnola Sheila Avilés vincono la 4ª edizione della Livigno Skymarathon

Livigno, 15 giugno 2019 Griffe prestigiose per la 4ª edizione della Livigno Skymarathon che, su un inedito …