Home / NEWS / varie / viaggio nel mondo italiano del rental sulla neve. Una case study a Livigno, la qualità a servizio del turista

viaggio nel mondo italiano del rental sulla neve. Una case study a Livigno, la qualità a servizio del turista

Paolo Fiore è il gestore di Vertigo 2, struttura di noleggio sci di Livigno associato alla grande catena Skiset. Un esempio di successo su come affrontare il tema dello ski rental, anche attraverso sinergie con altri attori della destinazione.

Fiore: «La nostra clientela ci tempesta di mail per assicurarsi che gli sci che noleggeranno per la settimana bianca siano di alta qualità».

L’inverno è nel pieno del suo svolgimento, buona parte dell’Italia è sommersa dalla neve e le montagne si popolano di turisti che trascorrono week end e settimane bianche all’insegna dello sport, e in particolare dello sci. In questo scenario Livigno è sicuramente una delle mete di maggior risonanza sia per il pubblico italiano che, soprattutto, per quello straniero grazie alla grande varietà di attività outdoor che si possono svolgere nel Piccolo Tibet.
Tra sci alpino, freeride, scialpinismo, snowboard, sci di fondo e ciaspole i turisti hanno solo l’imbarazzo della scelta e supportano le loro passioni grazie all’attività dei centri di noleggio che dispongono di tutta l’attrezzatura necessaria per vivere ogni sport al meglio.

VERTIGO 2, UNA REALTÀ DINAMICA

Tra i tanti centri presenti a Livigno abbiamo intervistato Paolo Fiore, gestore di Vertigo 2, e con lui abbiamo voluto capire il termometro della stagione in corso.
«Dopo la grande “giostra” delle vacanze natalizie adesso vediamo un forte incremento di utenti nei fine settimana – esordisce Fiore – ma la clientela delle settimane bianche ci impegna anche nei giorni feriali». Vertigo 2, centro rental che fa parte della catena Skiset, ha aperto il suo inverno nei primi giorni di dicembre e la 

stagione si annuncia ancora molto lunga: «Se la neve ce lo consentirà andremo avanti fino ad aprile inoltrato, sfruttando anche le vacanze di Pasqua – prosegue il titolare dell’esercizio – e a oggi il bilancio è sicuramente positivo, speriamo di continuare così fino alla fine dell’inverno».
In una località dal forte carattere turistico, il lavoro del noleggiatore si basa sul calendario scolastico sia per quel che riguarda la tipologia di attrezzatura sia per quel che riguarda l’impiego di forze da utilizzare durante la giornata: «Durante il Natale ogni giorno noleggiamo in media 200 prodotti tra sci e snowboard e il nostro personale, composto da 6 persone, si deve interfacciare con utenti dalle differenti necessità».


DALL’ESTERO DECINE DI MAIL DI RICHIESTA INFORMAZIONI
Dagli sciatori esperti ai bambini, passando per il pubblico femminile sempre più specializzato che inizia a chiedere sci specifici da donna. «Il pubblico della famiglia è estremamente variegato e, per esempio, i casi di sciatori principianti e bambini rappresentano solo una piccola percentuale della nostra clientela – prosegue Fiore – e lo vediamo dal sempre più crescente numero di utenti esperti che mandano decine di mail per controllare e verificare la qualità dell’attrezzatura che noi gli forniremo».
Di questa ultima categoria di sciatori “competenti” è curioso rilevare come sia soprattutto la clientela straniera quella più esperta, e a tal proposito Paolo Fiore non ha dubbi: «Sono oltre vent’anni che francesi e inglesi hanno scoperto l’utilità e le potenzialità del servizio a noleggio. Gli italiani, che qui a Vertigo 2 compongono solamente il 15% della clientela totale, sono molto più inesperti perché l’abitudine al rent non si è ancora affermata totalmente».


PUNTO DI FORZA: LA QUALITÀ

Presso la struttura che fa parte del network Skiset sono disponibili più di 800 prodotti tra sci e snowboard ma non solo: «La nostra zona è perfetta per qualunque sport che si può praticare sulla neve: ecco perché noi noleggiamo anche attrezzatura per lo sci di fondo, sci alpinismo e ciaspole» e a questo punto Fiore ci tiene a sottolineare un aspetto: «Ah! E logicamente diamo anche i caschi ai nostri clienti perché la sicurezza in pista deve essere sempre messa al primo posto»

A supporto di questa ultima affermazione il titolare di Vertigo 2 ci ricorda che «In autunno tutto il personale che lavora da noi ha partecipato a corsi di formazione sull’utilizzo dei macchinari per la laminatura, ristrutturazione del fondo e taratura di sci e attacchi – prosegue Fiore – e la qualità del prodotto che offriamo al cliente deve essere massima e proprio per questo anche tutte le azioni di service (lamine, fondo…) sono svolte con la massima attenzione».

Naturalmente, la forza di una destinazione turistica sta anche nella sinergia e cooperazione che i numerosi attori riescono a costruire insieme. Per esempio Vertigo 2 vede una stretta collaborazione con le scuole sci: «Numerosi maestri di sci trascorrono molto tempo presso il nostro esercizio, e in questo modo raggiungiamo un duplice obiettivo: da una parte si promuovono presso la clientela che arriva nei primi giorni a Livigno – conclude Paolo Fiore – e dall’altra aiutano i clienti nella scelta dell’attrezzatura ideale per loro, supportandoci così nella scelta dello sci». Un esempio concreto, quello di Vertigo 2 e le scuole di sci da rubricare alla voce “fare squadra”.

Check Also

Livigno, Tunnel Munt La Schera: Listino prezzi estate 2019

EKW presenta il nuovo listino prezzi del Tunnel Munt La Schera per la stagione estiva …