Home / SPORT / Un Sondalo a trazione anteriore affossa il Seregno

Un Sondalo a trazione anteriore affossa il Seregno

RUGBY SONDALO – RUGBY SEREGNO 44-0 (p.t. 25-0)
SONDALO: Cecini, Caspani, Guizzardi (45’ Minesso), Manzolini, Emanuele Cossi (63’ Mattia Cossi), Gobbi Frattini, Viviani, Bormolini (65’ De Giorgio), Trabucchi, Dal Pozzo (38’ Rossi), Della Bosca, Robustelli Test, Pedranzini (50’ Settineri), Soppelsa (63’ Sinclair), Di Corleto.
Allenatore: Paolo Parigi
MARCATORI: 2’ m. Dal Pozzo tr. Di Corleto, 8’ m. Pedranzini, 16’ c.p. Di Corleto, 19’ m. Pedranzini tr. Di Corleto, 38’ c.p. Di Corleto, 64’ m. Caspani tr. Di Corleto, 70’ m. Sinclair, 79’ m. Di Corleto tr. Di Corleto.

NOTE: A Sondalo non c’è scampo nemmeno per il Seregno, uscito battuto per 44-0 nella quinta giornata del campionato di serie C2. I milanesi si presentavano in valle con un palmares di tre vittorie e una sola sconfitta e quindi con ambizioni di primato, però hanno dovuto sottostare alla dura legge dei padroni di casa che hanno iniziato la gara come uno schiaccia sassi imperversando con i propri avanti. Un Sondalo a trazione anteriore con due piloni, un tallonatore e una terza linea nel tabellino dei marcatori. Le prime battute della partita avevano suscitato qualche allarme: Gobbi Frattini espulso temporaneamente per dieci minuti praticamente ad inizio gara e subito dopo scontro fortuito tra Guizzardi e Manzolini con il primo costretto ad uscire per medicare una ferita. Nonostante l’inferiorità numerica però il Sondalo riusciva ad avere il predominio e sui palloni conquistati in touche da un ottimo Della Bosca, Dal Pozzo e Pedranzini risultavano devastanti con incursioni che lasciavano il segno e portavano alla marcatura di due mete in pochi minuti. Il tempo per un calcio piazzato di Di Corleto ed era ancora Pedranzini a violare la meta avversaria con un’altra azione di forza. Una volta acquisito un vantaggio di sicurezza gli uomini di Parigi provavano alcune giocate anche con i trequarti, ma una serie di piccole imprecisioni impediva la realizzazione della quarta meta. Nel secondo tempo i valtellinesi avevano come unico obiettivo quello della quarta meta per il punto di bonus, ma non riuscivano a concretizzare le proprie intenzioni per i troppi errori in fase di rifinitura. Il Seregno ne approfittava per cercare di accorciare le distanze ma i suoi attacchi venivano respinti. Dopo la girandola dei cambi e la necessaria attesa per riequilibrare tutti gli assetti, la gara si riaccendeva nell’ultimo quarto, quando finalmente Caspani riusciva a segnare sulla bandierina dopo una bella giocata al largo. Poco dopo toccava Sinclair finalizzare una bella iniziativa di Manzolini fermato a pochi centimetri dalla meta ma con il compagno a sostegno. La meta finale era la sintesi dell’imprevedibilità dei rimbalzi del pallone ovale: su un lungo calcio di liberazione di Gobbi Frattini la palla sembrava destinata ad uscire oltre il fondo, invece in prossimità della linea di meta cambiava improvvisamente direzione dirigendosi verso il centro dei pali, il più lesto ad interpretare le bizzarrie della palla e a controllarla era Di Corleto che siglava così l’ultima meta.

Elogi per il gioco espresso dagli avanti da parte del coach Paolo Parigi, mentre un po’ più critico è stato il giudizio sui trequarti: “ Bene nella fasi statiche e nella conquista della palla, ma abbiamo sprecato troppe occasioni rispetto alla quantità di palloni giocati. In vista del derby di domenica prossima quindi cercheremo di analizzare quello che oggi non ha funzionato per farci trovare pronti in tutti i reparti”.

Prossimo incontro: domenica 9 dicembre a Sorico ore 14.30: Delebio -Sondalo

Check Also

II° Trofeo Costa del Sole

La II° Edizione del “Trofeo Costa del Sole” organizzato della Centrale Scuola Sci e snowboard e dalla Sitas …