Home / NEWS / cronaca / Due denunce per furto di sci, 4 denunce per guida in stato di ebrezza a Livigno

Due denunce per furto di sci, 4 denunce per guida in stato di ebrezza a Livigno

Due denunce per furto di sci, una per possesso di documenti falsi, undici denunce per guida in stato di ebrezza, e una segnalazione amministrativa per uso personale di sostanze stupefacenti. Questo il primo bilancio dell’attività preventiva svolta nei primi quindici giorni dell’anno da parte degli uomini della Compagnia Carabinieri di Tirano.

Il furto è stato scoperto il 15 gennaio dai militari della Stazione di Livigno che hanno raccolto la denuncia da parte di un turista olandese. La vittima aveva lasciato i suoi sci, del valore di 700 euro, all’esterno di un locale pubblico dove era entrato per consumare una bibita e all’uscita non li aveva più ritrovati. Gli uomini dell’Arma, grazie ad immediate ed accurate indagini, sono riusciti a risalire agli autori del reato e all’autovettura a bordo della quale avevano caricato la refurtiva. Dopo neanche 24 ore, i due, anch’essi turisti, un croato 34enne e un bosniaco 29enne , sono stati fermati dai carabinieri davanti allo stesso locale dove avevano consumato il furto, e dove, con molta probabilità, stavano per mettere a segno un secondo colpo. La perquisizione ha permesso di recuperare gli sci rubati, che sono stati immediatamente restituiti al legittimo proprietario. I due sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Sondrio per il reato di furto aggravato.

Il 16 gennaio i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile di Tirano, nel corso di un controllo alla circolazione stradale, hanno denunciato un 33enne residente nel tiranese per il reato di falsità materiale. L’uomo, alla richiesta di esibire i documenti , ha mostrato ai carabinieri una patente di guida che è apparsa grossolanamente contraffatta. Il documento, che si è accertato essere falso, è stato sottoposto a sequestro e il conducente è stato sanzionato anche ai sensi dell’art.116 del Codice della Strada per guida senza patente, non avendola mai conseguita.

Il 3 gennaio, invece, sulle piste del comprensorio sciistico di Santa Catarina Valfurva i carabinieri sciatori della Stazione di Bormio hanno contestato la violazione amministrativa del possesso di sostanze stupefacenti per uso personale a due turisti. I militari, dopo aver seguito una motoslitta fuori dalle piste, hanno effettuato un controllo nei confronti del conducente e del passeggero, rispettivamente un 33enne e un 19enne della bassa valle, rinvenendo nella loro disponibilità una modica quantità di marjuana per uso personale. I due sono stati segnalati alla Prefettura di Sondrio come assuntori e la sostanza è stata sequestrata per le analisi di rito.

Infine, nel corso dei controlli alla circolazione stradale i Carabinieri della Compagnia di Tirano dall’01 al 15 gennaio hanno denunciato undici conducenti per il reato di guida in stato di ebbrezza, di cui 4 nel comune di Livigno, 4 a Bormio, 2 a Valdidentro e 1 a Grosio. Il caso più singolare si è verificato a Bormio dove un conducente è stato pizzicato con un livello massimo di alcolemia di 3,22 g/l, ben oltre 6 volte superiore al limite consentito.

Capitano Luca Emilio Mechilli

Check Also

Vallaccia di Livigno: sentenza della Corte di Cassazione impone stop ai progetti di ampliamento del dominio sciabile

Un altro capitolo della questione Vallaccia è stato concluso dopo che anche la Corte di …