Home / SPORT / Prima vittoria in campionato per il Rugby Sondalo

Prima vittoria in campionato per il Rugby Sondalo

Campionato serie C2 RUGBY SONDALO – GEAS S.S. GIOVANNI 18-10 (p.t. 3-3)

SONDALO: Cecini, M. Pedranzini, Caspani, G. Pedranzini, E. Cossi, Rodigari, Mattia Cossi, Di Corleto, Corcoglioniti, Clementi (41’ Rossi), Della Bosca, Bormolini, Settineri, Sinclair, Cenini (60’ Paganoni). n.e. Manca, Massimo Cossi, De Giorgio, Robustelli Test.

Allenatori: Paolo Parigi e Guido Dal Pozzo

MARCATORI: 14’ c.p. Rodigari, 40’ c.p. Geas, 50’ m. Rodigari tr. Rodigari, 55’ m. Rossi, 60’ m. tr. Geas, 76’ c.p. Rodigari

NOTE: Prima vittoria in campionato per il Sondalo che fatica più del dovuto per battere un coriaceo Geas Sesto San Giovanni. E’ stata una partita vecchio stile con una innumerevole serie di mischie senza costrutto e tantissime fasi di gioco fatte di ammucchiate in mezzo al campo che non sortivano quasi mai l’abbrivio di un’azione al largo. Da una parte il Sondalo era bravo a far valere la propria superiorità nella mischie chiuse, dall’altra il Sesto faceva sue tutte le rimesse laterali, però in entrambi i casi lo sviluppo dell’azione era l’ennesimo raggruppamento senza costrutto. Nei primi quindici minuti di gioco il Sondalo giocava almeno dieci mischie a ridosso della linea di meta avversaria ma non riusciva a concretizzare questa netta superiorità ed alla fine di un prolungato assedio doveva accontentarsi di 3 punti su punizione. Il Sesto a sua volta liberava la propria area con calci in touche che gli permettevano di conquistare la palla e impostare attacchi che si rivelavano alquanto deboli. Solo sul finire del tempo gli ospiti riuscivano ad entrare nei 22 avversari e a mettere a segno un calcio piazzato che valeva il pareggio. Nella ripresa il Sondalo ripartiva con il solito slancio ma continuava a ripetere gli stessi errori del primo tempo con un gioco molto confusionario e poche aperture al largo. Al 50’ sfruttando finalmente un pallone affidato ai trequarti Rodigari riusciva a depositare in meta al centro dei pali. Azione simile cinque minuti dopo con Rossi che si involava in campo aperto e siglava la seconda meta per i padroni di casa, che sembravano aver trovato il bandolo della matassa. Il Sesto però non demordeva e riusciva ad accorciare le distanze con una touche giocata alla perfezione e conclusa con una moul avanzante fino alla meta. Con ancora venti minuti da giocare i valtellinesi provavano a riportarsi a distanza di sicurezza, ma incorrevano ancora negli stessi errori del primo tempo: tanto fumo e poco arrosto. Al 70’ si accendeva un parapiglia per un placcaggio pericoloso su Mattia Cossi, prontamente sanzionato dall’arbitro, ma uno stolto giustiziere locale reagiva colpendo l’avversario e scatenava una rissa che coinvolgeva giocatori in campo e panchina. A farne le spese era il Sesto a cui l’arbitro sanzionava un rosso e un giallo, mentre sulla sponda sondalina la passava liscia l’autore della prima reazione e veniva espulso l’allenatore Paolo Parigi. L’abbraccio cordiale tra Mattia Cossi e l’autore del fallo sanzionato con il rosso, metteva fine a tutte le discussioni e la partita poteva proseguire. Con il vantaggio numerico il Sondalo cercava di chiudere il match, ma il Sesto si difendeva tenacemente ed alla fine i padroni di casa dovevano accontentarsi di fissare il distacco alla distanza di sicurezza di 8 punti mettendo a segno un calcio di punizione da posizione favorevole.

Prossimo incontro: domenica 29 ottobre 2017 a Noverasco di Opera ore 14.30: Mastini – Sondalo

Check Also

Livigno: The Games start now, la pista di atletica corona un sogno

Sabato 14 settembre 2019, al Centro Aquagranda Active You, si è tenuta la conferenza stampa …