Home / NEWS / attualità / Ritirato il punto in Consiglio Comunale sul nuovo impianto Carosello 3000

Ritirato il punto in Consiglio Comunale sul nuovo impianto Carosello 3000

Si è tenuto ieri, giovedì 30 luglio, il consiglio comunale di Livigno dove, al punto 14 si presentava la richiesta della società Carosello 3000 di sostituzione dell’impianto Carosello 3000.
Sicuramente questo era un punto molto atteso del consiglio, da anni i livignaschi aspettano che questo impianto venga sostituito perchè si è consapevoli che ormai sia vecchio, obsoleto, crea code lunghissime e quindi un disservizio per i turisti e un impianto nuovo a sostituzione di quello vecchio aiuterebbe a dare una migliore immagine turistica al paese.
Al punto in questione la minoranza è uscita dall’aula ( Valentino Galli perchè impiantista, Christian Molinari perchè lavora negli uffici della Sitas quindi per un impiantista, e Barbara Silvestri e Matteo Galli risultavano invece assenti giustificati) ed ha preso la parola il sindaco illustrando appunto il punto.
livigno consiglio comunale 30 luglio

Ecco le parole del sindaco Damiano Bormolini riportate esattamente come sono state pronunciate:
” Passiamo al punto successivo 14, realizzazione di una nuova cabonovia decaposto denominata  San Rocco Baite Pel Lago Salin e relative strutture complementari, stazioni e piste, in sostituzione dell’impianto esistente, esame richiesta della società Carosello 3000 srl, provvedimenti.
Su questo punto, mio malgrado, perchè lo faccio abbastanza malvolentieri, perchè ritengo che l’impianto debba essere, l’impianto Carosello necessita la sostituzione, propongo il ritiro del punto in quanto successivamente alla convocazione del consiglio comunale quindi la volontà dell’amministrazione di inserire l’approvazione per il rilascio, appunto, della concessione della sostituzione del Carosello 3000, è arrivata l’ordinanza del tar a seguito dei ricorsi sul capitolato della concessione degli impianti, la quale da la possibilità alle parti entro 30 giorni di trovare, diciamo così, degli accordi.
Nell’eventualità viene rifissata, vengono riuniti i vari ricorsi proposti dalla società Sitas e la società Carosello, e viene fissato la discussione al 16, posticipata la discussione al 16 dicembre.
Ma il tar però fa delle precisazioni molto importanti che sono quelle legate ai successivi ricorsi fatti a seguito del rilascio della concessione del Valandrea-Vetta e del Blesaccia 2 che, a seguito appunto dell’approvazione della nuova concessione per questi impianti, è stato proposto ricorso, e su questi sostanzialmente sono state mosse delle riserve, delle motivazioni da parte della società su alcuni articoli del capitolato. In merito a quello invece il tar si pronuncia esprimendo molto chiaramente che nel caso avesse a pronunciarsi su queste autorizzazioni dovrebbe procedere all’annullamento, alla nullità dell’atto di concessione, quindi vorrebbe dire il ritiro della concessione.
A seguito di questo cosa succede, considerato che per procedere al rilascio della concessione per portare in consiglio comunale il punto, la società anzi l’amministratore della società doveva firmare il nuovo capitolato di concessione degli impianti, il nuovo capitolato è stato firmato ma in realtà è stato firmato con riserva di giudizio dei ricorsi in essere appunto al tar del capitolato. Questo, a seguito delle ordinanze del tar, su indicazione anche del legale, si ritiene che non si debba procedere al rilascio di autorizzazioni in attesa appunto della definizione di questi ricorsi. Quindi propongo il ritiro del punto e poi a data da destinarsi, anche per vedere come andrà a finire il pronunciamento sostanzialmente del tar.
Quindi propongo la votazione per il ritiro del punto”.
A quel punto la maggioranza a votato tutta favorevole al ritiro del punto.

Check Also

Tivas scrive una lettera aperta alla Regione Bernina e al Consiglio comunale di Poschiavo sulla Forcola di Livigno

Stimato Presidente della Regione Bernina, Signor Orlando Lardi Stimato Podestà, Signor Giovanni Jochum Egregi membri …