Home / NEWS / attualità / Imprudenti in Montagna? il soccorso ora si paga!

Imprudenti in Montagna? il soccorso ora si paga!

E’ stata varata nelle scorse ore dal Consiglio regionale della Lombardia la legge che introduce il pagamento del soccorso alpino nei casi di non necessità, imprudenza o negligenza da parte della persona soccorsa. Ed è stato definito un “codice di comportamento” da seguire: il cittadino dovrà contribuire alle spese di soccorso nei casi in cui non vi siano ricoveri o accertamenti sanitari, e sarà tenuto ad una “partecipazione aggravata” in caso di comportamento imprudente.
1

La norma contenuta nel progetto di legge “Disposizioni in materia di soccorso alpino e speleologico in zone impervie” era già stata approvata dalla Commissione Sanità della regione, ed era in attesa del varo ufficiale da parte del Consiglio e dei dettagli che avrebbero definito in casi in cui il pagamento sarebbe stato obbligatorio.
Il Consiglio ha stabilito che la valutazione dei casi sarà a carico della sala operativa regionale di AREU 118 in coordinamento con l’èquipe di soccorso sanitario. L’Areu è l’ente che in Lombardia coordina i soccorsi avvalendosi del Soccorso Alpino (Cnsas).
DSC_9391

Il tariffario verrà definito dalla Giunta Regionale “entro 120 giorni dall’entrata in vigore della legge, sentita AREU e la Commissione consiliare Sanità. In ogni caso il richiedente non potrà pagare più del 50% del costo effettivo del servizio mentre per i residenti in Lombardia è prevista una riduzione del 30% sul costo a carico”. La legge è stata approvata dal Consiglio con 38 sì e 28 no. A favore hanno votato Forza Italia, Ncd, Lega Nord, Lista Maroni, Fratelli d’Italia e una consigliera del Gruppo misto. Contrari Pd, Patto Civico e M5S.
DSC_9363

A seguire il Comunicato CAI Lombardia-Soccorso Alpino lombardo sulla legge 65-2015: http://www.cailombardia.org/wp-content/uploads/2015/03/legge-regionale-65-2015.doc

Check Also

Tivas scrive una lettera aperta alla Regione Bernina e al Consiglio comunale di Poschiavo sulla Forcola di Livigno

Stimato Presidente della Regione Bernina, Signor Orlando Lardi Stimato Podestà, Signor Giovanni Jochum Egregi membri …