Home / IL COMUNE / Consiglio Comunale / Livigno, il comune approva il Nuovo Capitolato degli Impianti

Livigno, il comune approva il Nuovo Capitolato degli Impianti

Al punto 8 all’ordine del giorno nel Consiglio Comunale di venerdì 30 maggio a Livigno si andava a deliberare un nuovo capitolato riguardante gli impianti di risalita.
Onde evitare problemi di incompatibilità sono usciti dall’aula tutti quelli che avevano parentele con i gestori degli impianti.
consiglio comunale livigno furoi dall aulaSindaco e consiglieri mentre escono dall’aula

Insomma alla seduta sono rimasti il segretario comunale, per la minoranza Matteo Galli, per la maggioranza Lionello Silvestri che ha condotto la discussione, Rudy Galli, Marco Cola e Gianpiero Rodigari.
Il nuovo capitolato degli impianti era stato approvato in comune nel febbraio 2013 (vedi news), dopo anni di tentativi andati a vuoto.
Nell’aprile dello stesso anno era stato poi revocato per difetti di forma e per non bloccare attraverso ricorsi l’apertura di alcuni impianti, (vedi news).
L’inverno scorso erano state rilasciate delle licenze per una stagione di carattere provvisorio e limitate all’inverno 2014 per fare fronte al servizio di trasporto pubblico, onde evitare la chiusura degli impianti.
Preso atto che le concessioni vanno in scadenza e bisogna procedere alla successiva deliberazione di nuovi permessi e che il disciplinare in uso non risponde in toto a quello che l’amministratore vuole fare, il comune ha deciso di aggiunge un nuovo capitolato che va a integrare la condizione in essere.
consiglio comunale livignonella foto i 5 consiglieri rimasti in aula

Capitolato di concessione per la costruzione e  per l’esercizio degli impianti a fune in servizio pubblico nel territorio di Livigno.
in 32 punti, regole sono stati definiti i nuovi parametri.
Ad entrata in vigore del nuovo capitolato il comune darà luogo, quando le attuali concessioni andranno in termine, al rilascio di eventuali nuove concessioni, e non al rinnovo di quelle vecchie.

Ecco i 32 articoli che Lionello Silvestri ha letto per interno nella seduta:
1 finalità, costruzione ed esercizio degli impianti fune  e dei rapporti fra comune e gestori degli impianti
2 definizione della tipologia impianti
3 obbligo di concessione, rilasciata dal comune
4 associazione fra concessionari, obbligo a tutti gli impiantisti di essere soci dell’Associazione Skipass, il cui statuo è stato approvato dal comune di Livigno.
5 cauzione , il richiedente la concessione deve versare una cauzione pari al 2% del costo dell’impianto.
6 domanda e documentazione, documentazione da presentare al comune
7 progetto preliminare
8 relazione sulle finalità dell’impianto
9 formalizzazione della atto di concessione, che avverrà una volta che tutte le condizioni richeste sono soddisfatte
10 durata di concessione 25 per le sciovie, 35 per le seggiovie e 40 per le funivie.
11 modifica delle opereoper oggetto di concessione
12  rinnovo dellaconcessione
13 trasferimento della concessione
14 revoca della concessione, il consiglio comunale può  togliere la concessione per esigenze di interesse pubblico
15 decadenza della concessione, in caso di interruzione del trasporto o per perdita dei requisiti previsti dalla legge
16 conseguenze derivate dalla revoca o mancato rinnovo dellamconcessione
17 ripristino dello stato dei luoghi
18 nullaosta all’esercizio di trasporto pubblico
19 documenti di viaggio
20 canoni di concessione, da corrispondere in un’unica soluzione, in punti percentuale 2.3 da calcolare sugli introiti netti derivanti dal riparto dei passaggi per l’impianto.
21 tariffe, entro il 15 di novembre l’Associazione Skipass deve presentare i prezzi per la stagione invernale ed estiva, il comune entro il 15 dicembre dovrà approvare i prezzi, gli aumenti dovranno essere inferiori alla variazione istat dei prezzi di costumo, maggiorati del 30 per cento. LeTariffe dovranno essere presentate entro il 31 gennaio è pubblicizzate.
Ogni concessionario si obbliga a ricavare degli spazi di massimi cm 80 per 100 destinati a comunicazioni istituzionali di Apt Livigno.
22 libera circolazione ad atleti residenti a Livigno presenti in classifiche FIS, ai maestri di sci regolarmente iscritti all’albo Regione Lombardia associati ad una scuola locale, soccorso alpino, alunni delle scuole dell’obbligo del comune di Livigno iscritti alle associazioni dello Sporting o riconosciute dal comune, forze dell’ordine. Sarà riconosciuto il 50% di sconto sulle tessere stagionali per residenti
23 durata del esercizio, inverno non meno di 120 giorni, estate non meno di 80 giorni
24 costituzione dei diritti reali
25 tutela delle piste e manutenzione dei fondi
26 malleveria verso terzi
27 incidenti
28 sorveglianza
29 controversie
30 domicilio legale del concessionario
31 spese a carico del concessionario
32 norme finali

Lionello Silvestri ha poi fatto la cronistoria degli ultimi anni:”Alcuni anni fa ci furono varie proposte, e i presupposti erano quelli di incontrarci con l’Associazione Skipass e capire quale fosse la proposta che va bene a tutti.
Si è andati avanti, negli ultimi anni la bozza sembrava abbastanza condivisa, ma poi quando è stata approvata ci sono stati dei ricorsi.è stata realizzata.
La scelta dell’Amministrazione Comunale ora è quella che partiamo con un capitolato che non andrà in contrasto con il vecchio disciplinare.
Chi parte con la nuova concessione parte con il nuovo capitolato.
Certi articoli, punti del capitolanto entreranno in vigore solamente quando tutti gli impiantisti saranno passati dal rinnovo della concessione.
Il concessionario potrà tranquillamente lavorare con il vecchio sistema fino alla fine della sua concessione.
Quello che cambia, per tutti sostanzialmente, è un aumento del canone dal 1% al 2.3% e i canoni dei diritti reali sono stati rivisti in rialzo.
Il nuovo capitolato aggiorna il regolamento in base anche alle nuove regole e leggi vigenti, sarebbe stato bello averlo condiviso in pieno con tutti gli impiantisti ma così non è stato, il comune non poteva più aspettare e ha quindi fatto la scelta di approvare il nuovo capitolato”.
E’ quindi intervenuto Matteo Galli per la minoranza: “difficile portare avanti le cose senza momenti di condivisione, se ne parla dal 2008, poi anche con la scadenza della convenzione dei trasporti.
Logico che si è andati incontro ai problemi,  con approvazionea  febbraio e revoca ad aprile 2013, già liavevamo evidenziato la non gran condivisione. C’e stato quindi l’impegno ad intavolare una discussione più approfondita con gli impiantisti per il futuro.
In realtà ci sono stati due soli incontri, l’ultimo a novembre 2103 con promessa di ulteriori assemblee che non sono avvenute.
La nostra minoranza ha visto solo lunedì scorso in preconsiglio il nuovo capitolato, come si fa a chiedere la nostra condivisione?
Queste sono modifiche limitate e che non ha condiviso tutte le osservazioni degli impiantisti.
Molto probabile che usciranno altri appigli formali che bloccheranno di nuovo la questione.
Si è ricorso alla seconda convocazione per fare passare il capitolato, il permettere questo passaggio può essere il male minore, la minoranza non vuole prendersi il compito di bloccare il capitolato e i lavori, la minoranza è contraria al metodo e al documento in se, garantisce la presenza per permettere la legalità della votazione e andare avanti con il capitolato, fermo restando che non condivide l’iter”.
Lionello Silvestri ha risposto:” Andiamo a sistemare la procedura e gli inconvenienti del passato, anche se purtroppo l’amministrazione non ha potuto esaudire tutte le richieste degli impiantisti.
Il numero legale ci sarebbe anche senza la minoranza, bastano 4 consiglieri per ritenere valida la seduta.
Andiamo ad approvare un nuovo capitolato che, tolti i problemi di forma, è esattamente lo stesso approvato a febbraio 2013, capitolato che anche la minoranza in quella occasione aveva condiviso e approvato.”
A quel punto l’amministrazione, con Matteo Galli contrario, ha approvato il nuovo capitolato degli impianti.

Check Also

Un sogno di Mattias si è avverato

La luna e le stelle a illuminare il cielo sereno, il panorama del Piccolo Tibet …