Home / NEWS / intervista / Carolina e sorelle, uno splendido scorcio del nostro paese

Carolina e sorelle, uno splendido scorcio del nostro paese

Oggi vi vogliamo parlare di alcune pagine web che da più di un anno raccontano della mucca Carolina, bovino felice di mettersi in mostra e di portare i suoi lettori a scoprire le bellezze ed il territorio di Livigno.
L’idea è stata di Mirco Vianello, livignasco appassionato di fotografia, abbiamo voluto incontrarlo per fargli qualche domanda.
Qui trovate il sito
creato da Mirco e le pagine di Carolina
e questo è il gruppo di facebook

Ciao Mirco, ci racconti come è nata l’idea di Carolina e sorelle
Un giorno, passeggiando sulla ciclabile salendo dopo il laghetto di Luigion ho notato alcune mucche al pascolo che si integravano fantasticamente sullo sfondo di Livigno, sia dalla parte verso il lago che dalla parte di S. Rocco. mi è venuta in mente una specie di webcam con foto giornaliera da inserire nel mio sito, appunto nella pagina delle webcam, le mucche sono sempre state sinonimo di montagna, mi sono ricordato di certe cartoline e foto ancora in bianco e nero viste quando facevo le elementari a Venezia, li di mucche non ce n’erano ne io dal vivo ne avevo mai viste e le ho abbinate sin d’allora alla montagna.
Venendo ad abitare nell’ormai lontano 1973 a Livigno, mi sono reso conto ancora di più dell’importanza dei bovini per il paese, per la montagna, per la cultura e per il lavoro.
Molti a quei tempi vivevano ancora dei loro prodotti e le storie che mi sono state raccontate hanno sempre parlato delle mucche come animali essenziali per poter sopravvivere ai tempi che i negozi e le pompe di benzina quasi non esistevano in paese.

Io alle mucche mi sono abituato, ma molta gente e molti bambini che vivono in città, non hanno mai avuto occasione d’incontrarle e ho notato che non solo le foto che facevo erano apprezzate, ma anche mi arrivava qualche mail di turisti che mi chiedevano dove potessero trovare Carolina, ulteriore dimostrazione che le mucche integrate nel paesaggio richiamavano ricordi ed emozioni a molte persone.

Molta gente ama e cerca la natura al giorno d’oggi ed in ogni modo facevo vedere Livigno da un punto di vista diverso dalla solita zona franca, facendo capire però che se Livigno è quello che è ora, questo è dovuto anche alla passione e costanza che hanno avuto i livignaschi allevando questi utilissimi animali per secoli.

Avendo avuto riscontro positivo sulle mie pagine, ho pensato di creare un gruppo su Facebook dedicato a Carolina e sorelle, dove quasi tutti gli iscritti si sono dichiarati amanti di Livigno, qualcuno di loro ci vorrebbe perfino venire  ad abitare e con loro ho iniziato un dialogo all’inizio muto, inserivo solamente la fotografia o le fotografie giornaliere e i pochi iscritti facevano dei commenti per la maggior parte dedicati alla bellezza di Livigno, ma sopratutto si affezionavano piano piano a Carolina, dopo di che ho iniziato a fare anche dei commenti alle foto, che, essendo apprezzati, davano più motivi di partecipazione. E’ una pagina in crescita e sono orgoglioso di aver fatto crescere in loro l’affetto per Livigno, che è un paese meraviglioso.

Raccontaci qualche episodio particolare successo in questo periodo fra uno scatto fotografico e l’altro
Beh, per primo, Carolina ha modificato i tempi e il mio modo di vivere, almeno d’estate, non appena sveglio al mattino, uscivo con il mio cane e poi andavo a fotografarla, Carolina naturalmente non è e non può essere sempre la stessa, ma il nome come saprai richiama una celebre pubblicità di circa 40 anni fa entrata nella mente come luogo comune, quindi ho sempre fotografato le situazioni che ritenevo più idilliache che le mucche o il tempo atmosferico mi offrivano per poter tramettere il più possibile un pò di emozione, che i realta io stesso vivevo.

Piano piano anche loro si sono abituate a me, mi seguivano e se qualche volta le trovavo in luoghi non particolarmente felici per una foto, si spostavano rendendomi più facile lo scatto, quindi con loro ho instaurato un rapporto, seppur strano, ma di questo si tratta.

Alcune sembrava volessero essere fotografate tanto erano curiose, in particolare una di loro sia l’hanno scorso che quest’anno, mi correva incontro trascinando le altre e non facevo certo fatica a trovare il momento più giusto per lo scatto.

Tu sei un fotografo livignasco appasionato del nostro territorio, parlacene un po’
Livigno è il massimo, sali 50 metri sopra al paese e sei già in mezzo alla natura, con vedute straordinarie, scatto foto sin dagli anni 80 e non ho mai trovato lo stesso cielo, lo stesso attimo del quale una fotografia è fatta, ho fotografato di tutto, paesaggi, persone, fiori, montagne, animali selvatici e non. Proprio in questi giorni sto usando a tempo perso uno scanner per diapositive per poter salvare il mio lavoro di anni, in modo spero che possa essere trasmesso alle prossime generazioni, ho cominciato con le tante foto di persone sia livignasche sia trepalline e spero di poter continuare con tutto il resto, il tempo disponibile mi è un pò contro, ma conto di riuscirci, possiedo almeno seimila diapositive utili e non solo devo digitalizzarle, ma anche restaurarle.

Clicca qui per vedere un articolo uscito di recente su MeteoLive che ha parlato di Carolina.
Complimenti a Mirco per l’ottimo lavoro svolto, e la dedizione nel portare avanti queste pagine, gli auguriamo un buon lavoro.

Guarda il Livignese, il sito che cura Mirco.

nella foto la nevicata del 19 settembre 2011, le foto dell’articolo sono tutte di Mirco Vianello.

 

Check Also

Livigno Toys apre il negozio online di giochi creativi

Livigno Toys è un negozio a conduzione famigliare  a Livigno che da 3 anni ha …