Home / NEWS / riflessioni / A Livigno si lavora troppo: fermiamoci.

A Livigno si lavora troppo: fermiamoci.

Marietta Cusini torna a farsi sentire, questa volta però con una novità. La negoziante livignasca che da anni si batte in favore della chiusura domenicale degli esercizi pubblici, ha inviato una lettera al quotidiano “La Provincia di Sondrio”, clicca qui per vederla.

In essa, come in passato, non smette di sostenere la necessità di non lavorare per un giorno la settimana, naturalmente la domenica.
Cambiano però in motivi alla base di questa decisione: non più (o non solo) una questione religiosa, ma la necessità fisiologica di riposo.

Cusini scrive che i suoi concittadini soffrono di stress, dovuto (si legge nella missiva) a “uno stile di vita anormale”. La conseguenza: poco riposo e un ricorso a psicologi o a medicine varie.
La soluzione proposta? Orario continuato il sabato (con però una pausa pranzo di un’ora) e conseguente chiusura anticipata dei negozi, fino a lunedì mattina.

Marietta Cusini sostiene che la serrata domenicale non sarebbe un grande problema: “la nostra gentile clientela potrebbe organizzarsi diversamente senza problemi particolari” si legge nella sua lettera, che si conclude riconoscendo che ci vuole coraggio per un passo del genere, ma che i benefici sarebbero notevoli “alla propria salute e alla vita di famiglia” quest’ultima definita “un valore solido tra noi”

Nonostante le novità nelle motivazioni, rimangono ancora senza risposta i soliti dubbi; come è possibile essere certi che questo cambiamento non scoraggi i clienti a venire a nel Piccolo Tibet a fare acquisti? E, visto che molti negozianti confermano che la domenica rappresenta fino alla metà degli incassi di tutta la settimana, perché non decidere un giorno di chiusura infrasettimanale, rendendolo magari obbligatorio anche in alta stagione?

E voi? Cosa ne pensate? Stiamo veramente lavorando troppo?

Check Also

Passo Forcola sempre aperto e a pagamento?

Questa mattina abbiamo già parlato della proposta livignasca di un pedaggio sul Passo Forcola. Eccovi …