Home / SPORT / Coppa Italia rugby femminile ancora vincente

Coppa Italia rugby femminile ancora vincente

SONDALO – ROVATO 28 – 0 (1 m. Graneroli, Manzolini, Sbrizzai, Piuselli, 4 tr. Piuselli)
SONDALO – ASR MILANO 14 – 7 (1 m. Della Vedova, Piuselli, 2 tr. Piuselli)
SONDALO – CUS MILANO 28-28 (2 m. Piuselli, 1 m. Sbrizzai, Manzolini, 4 tr. Piuselli)
SONDALO – CERNUSCO 28-7 (2 m. Manzolini, 1 m. Pola, Piuselli, 4 tr. Piuselli)
Classifica: 1° Cus Milano, 2° Sondalo, 3° ASR Milano, 4° Rovato, 5° Cernusco
FORMAZIONE: Della Vedova, Compagnoni, Graneroli, Manzolini, Piuselli, Pola, Prevostini, Sbrizzai, Zubiani.
Allenatori: Davide Pozzi, Ivan Dal Pozzo.

Note: La sesta giornata di Coppa Italia femminile di Rugby a 7, disputatasi a Segrate, regala ancora una soddisfazione alla formazione valtellinese che riesce a uscire imbattuta dal torneo. C’è voluto il computo delle mete totali per assegnare il primo posto al Cus Milano. Una prova di carattere, quella del team sondalino, soprattutto nella gara con il Cus Milano reduce da un clamoroso successo la settimana scorsa a Calvisano, dove aveva messo sotto a suon di mete le padrone di casa e il Mantova.
Pur priva di alcuni pezzi da novanta come la livignasca Cristina Galli, la grosina Marilena Pini e la sondalina Chiara Pedranzini, la formazione dell’alta valle ha disputato un torneo eccellente sotto tutti i punti di vista.

Nella prima gara subito un osso duro, quel Rovato che tre settimane prima aveva rovinato le uova nel paniere alle sondaline. Dopo una fase di studio, con entrambe le squadre molto sulla difensiva, il Ladies Team rompeva gli indugi e riusciva a marcare quattro mete con quattro giocatrici diverse.
La seconda gara prevedeva l’ASR Milano, altra squadra in crescita e con un background di tutto rispetto. Le milanesi riuscivano a portarsi in vantaggio e per le valtellinesi è stata molto dura riuscire a ribaltare il punteggio a proprio favore. Ci riuscivano con due marcature di Della Vedova e Piuselli, però, nonostante gli sforzi, non arrivava il punto di bonus per le 4 mete segnate.
Nella terza gara ad attendere Manzolini e compagne c’era il Cus Milano, squadra molto forte tecnicamente e con una linea di trequarti fantasiosa e veloce. Il team valtellinese faceva appello a tutte le proprie risorse e con una prestazione collettiva pressoché perfetta riusciva a ribattere ogni volta alle marcature delle milanesi. Il mach terminava senza vincitori ne vinti con uno spettacolare 28-28.

L’ultima partita era con il Cernusco, regolato in scioltezza col minimo indispensabile di quattro mete anche perché le energie sia fisiche che mentali erano ormai al lumicino.
“Le ragazze hanno dimostrato cosa significa “gioco di squadra” – hanno commentato i dirigenti al seguito – Consapevoli che le assenze oggi erano più pesanti che in altre occasioni, hanno fatto gruppo e si sono aiutate l’una con l’altra senza mai cedere di un centimetro. La netta vittoria con il Rovato, la rimonta con l’ASR e il pareggio con il Cus Milano sono state tutte frutto di un gioco di squadra dove ognuna era sempre pronta a dare una mano alla compagna. E’ mancata solo la ciliegina sulla torta, ma la soddisfazione di aver lottato con una simile grinta è tale da farci dire: ci siamo anche noi per il banchetto finale”.
Prossimo appuntamento: domenica 11 marzo: 7^ giornata a Calvisano.

Facebook Comments

Check Also

Palio delle Contrade 1K Shot a Livigno

Il 24 agosto 2018 la sfida dei livignaschi per ‘difendere il prestigio’ della propria contrada. Spettacolo …