Home / NEWS / varie / Le date di apertura della stagione sciistica

Le date di apertura della stagione sciistica

Si avvicina sempre di più la stagione invernale e Livigno sta già scaldando i muscoli. Dal 15 ottobre aprirà la pista di fondo, realizzata grazie a 50.000 metri cubi di neve che sono stati conservati durante la stagione estiva con la tecnica dello snowfarm (www.snowfarm.it).
Lo scorso inverno sono stati stoccati 100.000 metri cubi di neve di cui il 20% si è sciolto nel periodo estivo, 30.000 sono stati usati per il Trofeo delle Contrade (evento estivo di sci nordico su neve vera) e i restanti 50.000 verranno usati per aprire l’anello di fondo.
Con l’apertura così anticipata rispetto alle altre località, Livigno diventa la meta ideale per l’allenamento di moltissimi team e atleti internazionali di fondo e biathlon, che scendono dai ghiacciai per allenarsi alla quota di 1816 mt, perfetta per l’High Altitude Training.

Agli amanti dello sci da discesa e dello snowboard, non resta che aspettare il 1 dicembre, quando verrà inaugurata ufficialmente la stagione invernale con apertura delle piste da sci e partirà l’offerta Skipass Free (se si prenota in un partner hotel per un minimo di 4 notti o in appartamento per un minimo di 7 notti, si riceverà gratuitamente lo skipass). Inoltre con uno skipass di 6 giorni, si ottiene l’accesso gratuito per 1 ora presso Aquagranda Slide&Fun, per divertirsi e rigenerarsi in acqua dopo una giornata sugli sci (info e regolamento: https://www.livigno.eu/offerte-vacanza/skipass-free).

Il 2 dicembre sarà la volta della 28°edizione della Sgambeda, la granfondo di Livigno che fa parte del circuito internazionale Visma Ski Classics. Attesi alle linee di partenza oltre 1000 tra atleti internazionali e amatori.

E ci sono news che riguardano le tariffe del tunnel Munt La Schera per chi proviene dal Nord Europa. I prezzi dei nuovi ticket sono consultabili sul sito https://www.ekwstrom.ch/tunnel-livigno/ticket-shop/tickets.html. Novità di questa stagione la possibilità di acquistare on-line il ticket (valevole solo per il sabato con passaggio fino alle ore 16) ad un costo ridotto. Il ticket in tal caso costerà 32,00€ (invece di 45,00€ (in allegato le tariffe ufficiali 2017/18).

Sul tema dell’innevamento programmato, Livigno ha intrapreso una strada innovativa, partecipando a PROSNOW, progetto europeo di vasta respiro che coinvolge anche otto località alpine. L’ottimizzazione della produzione di neve programmata è un’importante sfida per le stazioni sciistiche. Oggi, i volumi d’acqua necessari sono stimati a inizio stagione su basi spesso imprecise (per esempio, l’anno peggiore mai registrato, con un periodo di osservazione limitato a uno o due decenni), e la decisione di produrre o meno è generalmente presa il giorno stesso a seconda delle condizioni atmosferiche.
Tale mancanza di anticipazione può avere conseguenze negative sia in termini economici (fusione precoce della neve prodotta, sovrapproduzione, frequenza di battitura inadeguata, …) sia ecologici, per non parlare della qualità della neve sulle piste da sci e della soddisfazione degli sciatori.Il progetto PROSNOW, coordinato da Météo-France con 12 partner europei, mira a sviluppare un servizio di supporto alla decisione per le stazioni sciistiche, che si basi su previsioni meteorologiche (più giorni) e al contempo stagionali (diversi mesi).

Si tratta di un nuovo strumento che fornirà informazioni meteorologiche direttamente utilizzabili dagli operatori delle aree sciistiche (per esempio, altezza/stock di neve), insieme a informazioni specifiche sulle incertezze delle previsioni. Otto stazioni pilota nelle Alpi di Francia, Italia, Austria, Svizzera e Germania contribuiranno alla messa a punto del servizio e a  testare il “dimostratore”.
Il progetto durerà 3 anni ed è stato presentato in risposta al bando di gara Horizon 2020 della Commissione Europea “Un’economia più verde”, associato alla sfida sociale 5 “Azione climatica, ambiente, efficienza delle risorse e materie prime”, con obiettivi di ricerca basati sul mercato dei servizi climatici. Oltre alle previsioni del tempo di ultima generazione, il progetto si baserà anche sui nuovi servizi di previsioni stagionali, sviluppati a livello europeo nell’ambito del programma Copernicus Climate Change Services (C3S).

UFFICIO STAMPA APT LIVIGNO
Sara Bovo

Facebook Comments

Check Also

“D.e.i. nel bosco” è la scultura più amata dal pubblico di Wood’n’art 2017

“D.e.i. nel bosco” è la scultura più amata dal pubblico di Wood’n’art 2017. Complimenti all’artista …