Home / NEWS / attualità / Livigno, ordinanza n.86 revocata dopo il ricorso dell’Associazione Nazionale Coordinamento Camperisti

Livigno, ordinanza n.86 revocata dopo il ricorso dell’Associazione Nazionale Coordinamento Camperisti

Il 13 agosto 2017 L’Associazione Nazionale Coordinamento Camperisti ha proposto ricorso al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti avverso l’ordinanza n. 86 del 2 agosto 2017(clicca qui per vedere l’ordinanza) nella parte in cui istituisce il divieto di sosta e di fermata notturno alle autocaravan fino al 3 settembre 2017.
L’esecuzione dell’ordinanza n. 86/2017 è sospesa fino alla pronuncia del Ministero. Ogni sanzione comminata per divieto di sosta e fermata alle autocaravan istituiti sulla base dell’ordinanza n. 86/2017 è illegittima.

Il Comune di Livigno ha revocato con l’ordinanza n° 97 del 21 agosto 2017 l’ordinanza emessa ai primi di agosto che disponeva il divieto di sosta finalizzato al campeggio ed al pernottamento  su tutto il territorio comunale, di caravan, autocaravan e camper.
Nell’ordinanza n° 97 il sindaco di Livigno scrive:
Visto che avverso l’Ordinanza Sindacale nr. 86 del 02 agosto 2017, è stato proposto ricorso ex art. 37 comma 3 del D.Lgs. nr. 285/1992 al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti;
Considerato che ai sensi del comma 2 dell’art. 74 del Regolamento di Attuazione del Codice della Strada (D.P.R. nr. 495/1992) la proposizione del ricorso sospende l’esecuzione del provvedimento
impugnato, salvo che ricorrano ragioni di urgenza, nel qual caso l’ente competente può deliberare di dare provvisoria esecuzione del provvedimento impugnato;
Ritenuto che, pertanto, si possa oggi procedere alla revoca di detta ordinanza, tenuto conto che la medesima è temporaneamente efficace sino al 03 settembre 2017, riaffermando al contempo la assoluta necessità per il Comune di Livigno (SO) di regolamentare con nuovo provvedimento il divieto di campeggio, bivacco e accampamento mediante l’utilizzo di tende, coperture e costruzioni varie, presenza di sacchi a pelo, coperte e simili , oltre alla regolamentazione della circolazione e la sosta nel proprio territorio di caravan, autocaravan, camper e di altri veicoli comunque attrezzati per tale destinazione ed uso e delle vetture con caravan al seguito su tutte le strade, al precipuo fine della salvaguardia della sanità e dell’igiene pubblica, nonché a garanzia del mantenimento dell’ordine pubblico e della sicurezza della circolazione stradale, qualora si ripresentasse il problema;
ordina Per i motivi esposti in premessa dalla data odierna è disposta la revoca dell’ordinanza nr. 86 del 02 agosto 2017.

Ecco cosa scrive l’Associazione Nazionale Coordinamento Camperisti riguardo il Piccolo Tibet:
“L’Associazione Nazionale Coordinamento Camperisti è intervenuta più di una volta nei confronti del Comune di Livigno che da oltre 15 anni adotta provvedimenti in violazione del codice della strada, del relativo regolamento di esecuzione e di attuazione e delle direttive ministeriali in materia di circolazione delle autocaravan. In sintesi il Comune di Livigno “gioca” a emettere, revocare e riemettere gli stessi provvedimenti limitativi della circolazione delle autocaravan, inducendo in confusione gli utenti ed eludendo i provvedimenti del Ministero.
Da ultimo il Sindaco Damiano Bormolini ha pensato bene di reintrodurre – per la terza volta – il divieto di sosta e fermata con pernottamento a bordo delle autocaravan dalle 22.00 alle 8.00
adottando un provvedimento il 2 agosto 2017 con scadenza 3 settembre 2017.
L’Associazione Nazionale Coordinamento Camperisti è stata costretta ancora una volta a intervenire con ricorso al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti. Al fine di comprendere la portata degli eventi appare utile ripercorrere i provvedimenti che si sono susseguiti nel tempo.”
Segue una lunga e dettagliata esposizione delle diverse azioni intraprese dal comune e dall’Associazione Camperisti, trovate la descrizione cliccando qui.

Di seguito, a partire solo dal 2013 (articoli scaricabili gratuitamente aprendo www.incamper.org e inserendo la parola LIVIGNO nella RICERCA LIBERA), il riepilogo delle azioni intraprese
dall’Associazione Nazionale Coordinamento Camperisti per la corretta applicazione e interpretazione delle norme in materia di circolazione delle autocaravan nel Comune di Livigno (SO).

5 settembre 2013
Il camperista V.G. riceve il verbale con il quale la Polizia municipale di Livigno contesta la violazione dell’ordinanza n. 2983/2004 per sosta fuori dalle aree attrezzate.

6 settembre 2013
Il camperista A.S. riceve il verbale con il quale la Polizia municipale di Livigno contesta la violazione dell’ordinanza n. 2790/2003 per sosta fuori dalle aree attrezzate.

27 settembre 2013
Il camperista A.S. per il tramite dell’Avv. Assunta Brunetti chiede al Sindaco di Livigno di annullare il verbale tramite scritti difensivi presentati in base all’art. 18 della legge n. 689/1981.

27 settembre 2013
Il camperista V.G. per il tramite dell’Avv. Assunta Brunetti chiede al Sindaco di Livigno di annullare il verbale tramite scritti difensivi presentati in base all’art. 18 della legge n. 689/1981

27 settembre 2013
L’Associazione Nazionale Coordinamento Camperisti chiede al Comune di Livigno di annullare l’ordinanza n. 2983/2004.

14 ottobre 2013
Con ordinanza n. 141 del 14 ottobre 2013, il Comune di Livigno archivia il verbale emesso a carico del camperista A.S. poiché l’ordinanza n. 2790/2003 non era più in vigore.

25 ottobre 2013
Con nota prot. 21939 il Sindaco di Livigno respinge l’istanza di annullamento dell’ordinanza n. 2983/2004.

25 ottobre 2013
L’Associazione Nazionale Coordinamento Camperisti per il tramite dell’Avv. Assunta Brunetti sollecita l’annullamento dell’ordinanza n. 2983/2004 evidenziando alcuni vizi di legittimità.

29 gennaio 2014
L’Associazione Nazionale Coordinamento Camperisti per il tramite dell’Avv. Assunta Brunetti chiede al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti di intervenire nei confronti del Comune di Livigno in merito all’ordinanza n. 2983/2004 e delle sbarre ad altezza ridotta dalla sede strada presenti in alcuni parcheggi del Comune.

17 febbraio 2014
Con nota prot. 780 il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti invita il Comune di Livigno alla revoca dell’ordinanza n. 2983/2004 dopo averne ravvisato molteplici profili di illegittimità.

18 febbraio 2014
L’Associazione Nazionale Coordinamento Camperisti chiede al Comune di Livigno di trasmettere il provvedimento con il quale è stata disposta la revoca dell’ordinanza n. 2983/2014 in ottemperanza all’invito ministeriale.

19 marzo 2014
Con nota prot. 5279 il Sindaco di Livigno scrive al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e per conoscenza all’Associazione Nazionale Coordinamento Camperisti giustificando l’ordinanza n. 2983/2004 alla luce dell’intenso traffico veicolare nel territorio comunale. Il Sindaco precisa altresì che solo centottanta stalli di sosta sono preclusi alle autocaravan a causa delle sbarre ad altezza ridotta dalla sede stradale.

1 aprile 2014
L’Associazione Nazionale Coordinamento Camperisti replica alla nota del Sindaco di Livigno del 19 marzo 2014 evidenziando l’inesistenza di nesso logico tra l’intenso traffico veicolare e il
divieto di sosta alle autocaravan dalle ore 22,00 alle ore 09,00 e rimarcando che il divieto riguarda l’intero territorio comunale e non semplicemente centottanta stalli di sosta nei quali, per di più, la sosta alle autocaravan è preclusa anche dalle ore 09,00 alle ore 22,00 a causa delle sbarre ad altezza ridotta dalla sede stradale.

13 novembre 2014
Con nota prot. 5401, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti sollecita la revoca dell’ordinanza n. 2983/2004.

20 novembre 2014
Il Giudice di pace di Tirano accoglie il ricorso di un camperista sanzionato per violazione dell’ordinanza del Comune di Livigno n. 2983/2004.

19 gennaio 2016
L’Associazione Nazionale Coordinamento Camperisti chiede al Comune di Livigno se le aree a pagamento nelle quali è consentita la sosta delle autocaravan sono o meno private.

19 gennaio 2016
L’Associazione Nazionale Coordinamento Camperisti chiede al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti di intervenire nei confronti del Comune di Livigno per la revoca dell’ordinanza n.
2983/2004, con un provvedimento di diffida ai sensi dell’articolo 45 del codice della strada.

18 febbraio 2016
Con nota prot. 2157 il Comune comunica che le aree a pagamento nelle quali è consentita la sosta delle autocaravan sono private tranne quella sita nella frazione di Trepalle in località Passo Eira.

18 febbraio 2016
L’Associazione Nazionale Coordinamento Camperisti, a integrazione dell’istanza al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti del 19 gennaio 2016, invia la nota del Comune di Livigno prot. 2157/2016 del 3 febbraio 2016.

29 luglio 2016
Con nota prot. n. 4681 del 29 luglio 2016 il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti diffida il Comune di Livigno a oscurare e conseguentemente rimuovere i segnali di divieto alle autocaravan installati in base all’ordinanza n. 2983/2004.

18 ottobre 2016
L’Associazione Nazionale Coordinamento Camperisti chiede al Comune di Livigno il provvedimento con il quale si ottempera alla nota ministeriale prot. n. 4681 del 29 luglio 2016.

27 ottobre 2016
Con nota prot. 18089 datata 12 ottobre 2016, il Provveditorato alle Opere pubbliche per la Lombardia e l’Emilia Romagna chiede al Comune di Livigno di comunicare, con urgenza, l’avvenuta rimozione della segnaletica illegittima installata in base all’ordinanza n. 2983/2004.

8 novembre 2016
Il Comune di Livigno trasmette l’ordinanza n. 107 del 7 novembre 2016 con la quale è stata revocata l’ordinanza n. 2983/2004. L’amministrazione comunale manifesta l’esigenza di adottare una nuova regolamentazione della circolazione delle autocaravan.

8 novembre 2016
Per evitare future contestazioni, l’Associazione Nazionale Coordinamento Camperisti trasmette al Comune di Livigno il modello di ordinanza di divieto di bivacco, attendamento e campeggio
senza pregiudizio per la circolazione e sosta delle autocaravan e in generale di tutti i veicoli e la relazione dal titolo “Criteri per l’organizzazione delle aree adibite al parcheggio e alla sosta dei veicoli”.

27 dicembre 2016
Il Comune di Livigno adotta l’ordinanza n. 116 del 27 dicembre 2016 con cui istituisce nuovamente il divieto di sosta e di fermata con pernottamento a bordo delle autocaravan.

12 gennaio 2017
L’Associazione Nazionale Coordinamento Camperisti chiede al Comune di Livigno di esercitare l’autotutela annullando ovvero revocando l’ordinanza n. 116/2016.

14 febbraio 2017
Il Comune di Livigno adotta l’ordinanza n. 22 del 14 febbraio 2017 con cui revoca l’ordinanza n. 116/2016 ma riaffermava ancora una volta la necessità di regolamentare la circolazione delle
autocaravan al fine di salvaguardare l’igiene e la salute pubblica nonché l’ordine pubblico e la sicurezza della circolazione.

13 agosto 2017
L’Associazione Nazionale Coordinamento Camperisti propone ricorso al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti avverso l’ordinanza n. 86 del 2 agosto 2017 nella parte in cui istituisce il divieto di sosta e di fermata notturno alle autocaravan fino al 3 settembre 2017. L’esecuzione dell’ordinanza n. 86/2017 è sospesa fino alla pronuncia del Ministero. Ogni sanzione comminata per divieto di sosta e fermata alle autocaravan istituiti sulla base dell’ordinanza n. 86/2017 è illegittima.

14 agosto 2017
L’Associazione Nazionale Coordinamento Camperisti ha chiesto al Comune di Livigno l’accesso agli atti dell’istruttoria relativa al divieto di sosta e fermata alle autocaravan disposto con ordinanza 86/2017.

http://www.coordinamentocamperisti.it

Vi segnaliamo anche un articolo che parla del problema della libera circolazione dei camperisti a Livigno, lo troverete alla pagina 3 di questa rivista In Camper.

Facebook Comments

Check Also

Ciagi Livigno Estate 2017

L’estate è  tempo prezioso e ricco di occasioni e opportunità, di esperienze nuove e momenti …