Home / NEWS / varie / Livigno, a fine agosto l’esito della candidatura a paese europeo dello sport

Livigno, a fine agosto l’esito della candidatura a paese europeo dello sport

Si è conclusa la visita della Commissione Aces Italia, che ha inviato a Bruxelles la propria valutazione. Molto positivi i commenti riguardo a impianti, eventi e tasso di sportività della popolazione. Nasce anche l’idea di una community territoriale e transfrontaliera dello sport.
Livigno (So), 26 luglio 2017

Si è svolta questa mattina presso la Sala Consigliare del Comune di Livigno, la conferenza stampa di presentazione della candidatura a “Paese Europeo dello Sport 2019”.


La Commissione ACES Italia, che negli ultimi 3 giorni ha eseguito dei sopralluoghi sugli impianti sportivi della località, sulle attività rivolte sia ai professionisti che alla popolazione locale con particolare riferimento ai bambini, agli anziani e ai disabili, ha comunicato che l’esito della candidatura si potrà avere, molto probabilmente, già il 25 agosto in occasione del Palio delle Contrade – 1K Shot, dopo il vaglio della commissione europea a Bruxelles.

Alla conferenza stampa sono intervenuti il Vicesindaco di Livigno, Remo Galli, il Presidente di APT Livigno, Luca Moretti, il Presidente dello Sporting Club Livigno, Diego Peri, l’Assessore Provinciale con Delega allo Sport, Franco Angelini, il Sindaco di Tirano (Comune Europeo dello Sport 2107, Franco Spada), il Presidente della Commissione ACES Europa, Enrico Cimaschi, il Vice Presidente Vicario del Movimento Sport Italia, Enrico Albergo, il Consigliere Nazionale del Movimento Sport Italia, Gianni Liotta, il membro di ACES Europa Valle d’Aosta e Consigliere Internazionale Panathlon International, Roberto Carta Fornon, il membro del Distretto Italia Panathlon International, Gianfranco Facchi. L’europarlamentare Lara Comi ha inviato un messaggio di saluto in cui ha sottolineato il ruolo da protagonista di Livigno nel panorama sportivo italiano ed europeo.

Remo Galli, Vicesindaco di Livigno, ha sottolineato il valore dello sport sia come performance che come strumento educativo e ha annunciato l’inizio dei lavori della pista di atletica e del campo da calcio in settembre. Nei prossimi mesi sarà la volta del tennis coperto e della piscina da 50 mt per la quale sono arrivati finanziamenti da parte di Regione Lombardia e del Coni.

Luca Moretti, Presidente di APT Livigno, si è soffermato sul valore turistico dello sport e sulla possibilità di utilizzare i posti letto anche in periodi bassa stagione.

Franco Angelini, Assessore con delega allo Sport della Provincia di Sondrio, ha detto che in Livigno emerge il carattere tipicamente valtellinese di lavorare non solo per ottenere gli obiettivi prefissati ma anche per puntare a qualcosa di più. Completa la sinergia tra la Provincia e il Comune di Livigno, anche nel sostenere eventi e nuove opportunità come potrebbe essere, ad esempio, la possibile sede olimpica nel caso di candidatura valtellinese.

Enrico Cimaschi, presidente della Commissione ACES Europa, dopo la 3 giorni di vista a Livigno ha colto l’elevato tasso di sportività della popolazione e ha proposto un progetto di Community territoriale in tema di sport, insieme ad altri comuni confinati e anche oltre confine. Un’idea che ha trovato terreno fertile anche nelle parole del sindaco di Tirano, Franco Spada.

Facebook Comments

Check Also

Contest Fotografico per i ragazzi di Livigno

Sono gli ultimi giorni utili per partecipare al Contest fotografico organizzato da Mus!, Ciagi “Centroanch’io” …