lunedì , 30 Marzo 2020
Home / SPORT / Domenica 15 marzo partirà la stagione di pesca 2015

Domenica 15 marzo partirà la stagione di pesca 2015

Domenica 15 marzo ripartirà la stagione di pesca 2015. Ricordiamo che l’Associazione Pesca Sportiva Livigno nasce per volontà comune di un gruppo di pescatori (Bormolini Egidio, Bormolini Renzo, Campostrini Renato, Cantoni Claudio Tullio, Cantoni Riccardo, Confortola Franco, Cusini Giuseppe, Galli Battista, Girardi Camillo, Scherini Paolo) il 02 Dicembre 1982, con lo scopo di gestire a livello locale l’attività pescatoria e ciò che ne è correlato, costituendosi fin dal primo giorno come punto di riferimento per tutti i pescatori locali e non.
Fin dal principio, come tutt’ora, si pone come obiettivo primario, la tutela del patrimonio ittico locale, del territorio e dell’ambiente, contrastando fermamente scarichi abusivi di acque reflue e rifiuti nei torrenti, contribuendo in maniera determinante ad una sensibilizzazione degli abitanti di Livigno verso tale problema. Possiamo definirci i padri fondatori della giornata ecologica, svolgendo tale iniziativa da ben più di 25 anni sui nostri corsi d’acqua, avendo dato spunto all’evento che ora coinvolge diverse associazioni.
Oltre agli aspetti sopracitati, svolge l’attività sportiva, che comprende nel periodo estivo, le gare di pesca sociali e non, corsi di avviamento alla pesca per i bambini, e da quest’anno rivolti pure agli adulti interessati. Nel periodo invernale, invece si premura nell’organizzazione, delle oramai classiche gare paesane di slalom e fondo che assegnano il “Trofeo Amici della Pesca”. Come giustamente scritto da uno dei fondatori, questi sopracitati sono solo “alcuni momenti di vita di questa Associazione che, oltre ad essere piacevoli ricordi per gli anziani, devono essere di stimolo per le nuove generazioni, affinchè tutto il lavoro fin qui svolto non si perda, ma integrato da nuove idee e nuovo entusiasmo, possa rinforzare la propria incidenza nel rispetto delle peculiarità che da sempre hanno contraddistinto l’Associazione Pesca Sportiva Livigno.”
ass pesca sportiva livigno

Qualche curiosità…
Dove pescare?
Lago di Livigno
Nome in livignasco: Lach dal Gal
Superficie: 471.000 mq
Altitudine: 1.809 m s.l.m.lago di livigno
Profondità massima: 119 m
Permessi necessari: normale permesso provinciale + regionale (dal 2012 è necessario compilare un ulteriore permesso speciale di valenza giornaliera). Specie ittiche presenti: Iridea, Fario, Temolo, Salmerino Alpino
Esche consentite: naturali ed artificiali con restrinzioni
Ami: senza ardiglione
Apertura: dal 1° maggio alla 3° domenica di ottobre.
Il Lago di Livigno è sicuramente una delle mete più ambite da parte dei pescatori della provincia e non, data la sua grande pescosità e dai regolamenti speciali che lo regolano al momento. Ricordiamo a tutti che dal 2012 fino a nuova comunicazione, per pescare in esso bisogna munirsi, oltre al permesso solito, di uno speciale di valenza giornaliera gratuito. Il limite massimo di catture è di 10 trote, di cui max 2 temoli, mentre la pesca del salmerino alpino è illimitata. Tutto il pesce allamato dovrà essere trattenuto obbligatoriamente, senza limite di misura, ad eccezione del temolo, la cui pesca apre dalla seconda domenica di maggio fino alla terza domenica di ottobre, e la misura minima è 37cm (per ulteriori info trovate il link con copia del permesso e regolamento). All’interno del lago è presente in gran quantità il Salmerino Alpino, tanto d’aver sofferto in passato di nanismo.Specie ittica molto pregiata che vive e si riproduce senza problemi in queste acque è il Temolo, tanto che ogni anno, molti esemplari vengono spremuti (forniscono più di 500000 uova l’anno) per poter effettuare immissioni di novellame su altri fiumi della provincia di Sondrio.Sono presenti inoltre in buon numero trote Fario e Iridea di buona pezzatura, con esemplari superiori ai 2kg ( le leggende parlano addirittura di trote sui 5kg nei pressi del muraglione della diga). Caratteristica particolare di questo lago è lo sfruttamento idroelettrico da parte degli svizzeri, è quindi soggetto a numerosi e repentini cambi di livello dovuti al ripompaggio delle acque dal bacino d’accumulo di Ovaspin, ciò comporta qualche disturbo alle trote che poi si ripercuote sulle loro mangiate.Altre curiosità. Il lago, è stato ricavato su terreni sui quali una volta sorgevano alcune “Tée” (cascinali) e la Gesìna da Viéira (chiesetta di Viera), quest’ultima ricostruita ed inaugurata nel 1999 vicino all’ingresso della prima galleria. A dimostrazione di ciò, si intravedono a volte le fondamenta di alcune case, e il muro più qualche vasca di quella che i livignaschi chiamavano la “Centralina”(piccola centrale idroelettrica costruita negli anni venti con capitale sociale). Il lago una volta giunti a Livigno si raggiunge con facilità seguendo le indicazioni per il Passo del Gallo in auto, oppure per chi volesse godersi la natura e farsi una passeggiata può lasciare la macchina nei pressi della Latteria, per poi proseguire attraverso al Bòsc’ch dal Resc’tel (bosco del rastrello). Nei pressi del Pònt da li Cabra (ponte delle capre) c’è un ristoro dove assaporare piatti tipici valtellinesi e lasciare la famiglia a prendere il sole, rilassarsi e divertirsi.
pesca a livigno copia

Spöl
Nome in Livignasco : Áqua Gránda Lunghezza: 15 km circa Specie presenti (misure minime): Iridea (24cm), Fario (24cm), Salmerino di Fonte (24cm), Temolo (37 cm). Apertura della pesca: dalla 1ª domenica di marzo fino alla 3ª domenica di ottobre. Permessi necessari: normale permesso di pesca + regionale; per le “Zone Turistiche” permesso turistico (20€ per il giornaliero) + regionale (2€ giornaliero). Esche consentite: naturali ed artificiali con restrizioni. Ami: senza ardiglione. Il fiume Spöl attraversa la Valle di Livigno per tutta la sua lunghezza, per un totale di circa 15 km. Nelle sue acque cristalline troviamo numerose trote fario, iridea, temolo e qualche salmerino di fonte, la sua portata d’acqua può variare molto nel corso dell’anno come pure giornalmente, essendo le sue acque e quelle di molti suoi affluenti sfruttate da A2A per scopi idroelettrici. La portata comunque nei punti di maggior interesse si mantiene buona, permettendo la pesca, mentre nella parte iniziale e nulla vista la mancanza tutt’oggi di precisi parametri che possano garantire un vero deflusso minimo vitale. All’incirca ogni mese, nelle sue acque vengono immesse trote iridee pronta pesca, secondo il calendario d’immissione dell’ Unione Pesca di Sondrio, nel tratto di fiume che va dal Pònt da San Gioàn (Ponte San Giovanni in prossimità della Casa della Sanità) fino alla Segheria Vecchia, situata 200 metri circa sotto alLaghét da Luigiòn. Nei tratti dove non viene immesso pesce pronta pesca ci si imbatte in notevoli quantità di novellame, con qualche sporadica cattura di buone dimensioni. Nel tratto di fiume che va dal Pònt da Bondi (nelle vicinanze della telecabina Mottolino) al Pònt da li Pònt(ponte che porta in zona Pemònt), è stata inserita una zona denominata sui regolamenti UPS come “Turistica”, dove viene immesso settimanalmente pesce di grossa pezzatura. Per pescare in questa particolare zona bisogna munirsi di apposito permesso. Curiosità. Il nome reale di questo fiume nel dialetto locale sarebbe Áqua Gránda. Spöl, difatti, sarebbe il nome che in realtà prendeva nella parte sottostante alla confluenza con l’Acqua del Gallo, andando a scorrere nella valle dello Spöl, in territorio elvetico. Il suo corso finisce confluendo nel’ Inn, il quale poi diventa immissario del Danubio, entrando a far parte del suo bacino idrografico. Questo consente alle imbarcazioni italiane di navigare liberamente nel Danubio e nel Mar Nero dove sfocia quest’ultimo. Il fiume Spöl, è costeggiato per la quasi totalità della sua lunghezza, dalla pista ciclabile, fiore all’occhiello di Livigno, sulla quale si può pedalare o passeggiare in tutta tranquillità con la famiglia, godendosi delle stupende giornate in riva al fiume. Raggiungere questa meta di pesca è molto semplice inquanto, una volta a Livigno, è l’unico fiume che percorre la vallata, con numerosi punti d’ingresso sulla ciclabile.
livigno gara di pesca XI Memorial Galli Giorgio 3

– Regolamento Pesca:  www.associazionepescalivigno.it
– Cambi:  www.associazionepescalivigno.it CAMBI
– Sito Internet: http://www.associazionepescalivigno.it
Ricordiamo agli interessanti che da quest’anno l’Associazione Pesca Livigno introduce delle novità per andare incontro alle esigenze delle famiglie e per premiare gli associati. Dal primo Gennaio è difatti possibile associarsi tramite la “Family Card”, al costo di 25euro inserendo coniuge e figli. Le quote associative “classiche” invece subiscono una variazione, in quanto per i bambini/ragazzi (nati dopo il 01/01/1999) rimangono invariate, mentre per gli adulti (nati prima del 31/12/1998) passa a 15euro. Il termine ultimo per il tesseramento è il 30/06/2015.
A tutti gli associati verranno garantite agevolazioni (sconti minimo del 20%) e priorità, su tutte le manifestazioni da noi organizzate (corsi di pesca, gara estive/invernali, manifestazioni e attività varie), a partire già dalle gare invernali. Per ulteriori informazioni siamo a disposizione. Buona domenica a tutti.

Check Also

10 nazioni sul podio del World Rookie Fest 2020 a Livigno, la 15a edizione

La celebrazione della 15a edizione del World Rookie Fest è stata un vero spasso con …