Seguici sul web

FacebookTwitterRSSYoutubeDelicious

Un simpatico torneo di curling a Livigno

Durante lo scorso week end nel Minigolf di fronte al Bar Engadina, ormai colmo di neve, si è disputato un torneo amatoriale di curling. Niente a che vedere con il curling visto qualche volta in tv in occasione delle Olimpiadi, dove il campo di 44 metri èperfettamente preparato e liscio, piuttosto una simpatica sfida a coppie di amici, disputata su di una superficie ghiacciata alquanto irregolare e della lunghezza di 22mt., con una temperatura stabile intorno ai -20°. Per aumentare ulteriormente la difficoltà, gli stones non erano quelli ufficiali in granito da 20 kg., bensì sono stati realizzati artigianalmente dalla combriccola degli amici, utilizzando dei bidoni del caffè da 3kg., riempiti per metà di acqua con il manico incorporato, lasciate poi ghiacciare all’esterno, date le temperature polari della scorsa settimana. Il peso ed il bilanciamento sono stati trovati grazie ai tanti tentativi e alle varie prove effettuate nelle sere precedenti.

Il torneo vero e proprio è stato conteso da 28 coppie,principalmente del piccolo Tibet, con alcune provenienti da Bormio e valli limitrofe. Procedendo ad eliminazione diretta, in 2 serate si è passati a 14 squadre, e poi via via, affinando mira e tecnica, fino ad eleggere la coppia vincitrice: “I Brozz” formata da Mattia e Bruno Mottini.

Altro fatto curioso: l’iscrizione era gratuita ed ilmontepremi è stato creato dai concorrenti stessi: ogni coppia era invitata ad offrire un premio a proprio piacere, passando così da una bottiglia di amaro artigianale, ad una teglia di pizzoccheri, ad un sciumudin d’alpeggio,fino ad arrivare ad una cena in un rinomato ristorante di Livigno.

La cosa più sorprendente è che il tutto è nato da una semplice idea di “4 amici al bar”, e si è rivelato un evento avvincente e interessante, certamente destinato ad entrare nella tradizione paesana. L’agonismo passava completamente in secondo piano, lo spirito goliardico e la curiosità di cimentarsi in uno sport non ancora sviluppato in provincia e praticato in maniera completamente artigianale, l’hanno fatta da padroni ed hanno fatto sì che le 2 serate di gare siano state punto di unione e amicizia. Si spera che questo “evento” serva anche a promuovere sport alternativi, avendo a disposizione più di un campo professionale per il curling in Alta Valle.
Si ringraziano tutti i volontari che si sono messi a disposizione per creare il campo ed il materiale necessario, dal pittore che ha dipinto ghiaccio e stones, al bar Engadina per la disponibilità del terreno di gioco, al fotografo ufficiale, agli arbitri, ai “bagnatori” che con temperature gelide hanno innaffiato il campo nelle serate antecedenti il torneo, e soprattutto a coloro che hanno partecipato come giocatori. Sono state due serate indimenticabili, per la gioia di tutti i concorrenti che sono in attesa di un torneo altrettanto simpatico e originale per i mesi estivi.

Dai un’occhiata alla gallery di foto che abbiamo pubblicato su facebook.

autore il 13 febbraio 2013. Categoria report,SPORT. Lascia un commento qui sopra utilizzando il tuo account di FACEBOOK